• La comunicazione istituzionale: dinamiche, relazioni pubbliche e territorio

    Si è tenuta a Gorizia la decima edizione del seminario informativo sulla comunicazione, organizzato dal Comando Brigata “Pozzuolo del Friuli”, con il patrocinio di Ferpi. L’evento, aperto agli addetti stampa militari e agli studenti dei due corsi di laurea in Relazioni Pubbliche dell’Università di Udine e Scienze Internazionali e Diplomatiche dell’Università di Trieste, è stato anche l'occasione per presentare InspiringPR.

    13/04/2018 | Senza categoria | Commenti (0)

    di Federica Zar



La decima edizione del Seminario Informativo sulla Comunicazione, organizzato a Gorizia dal Comando Brigata “Pozzuolo del Friuli” – Servizio Pubblica Informazione (dal 9 al 13 aprile), con il patrocinio anche di Ferpi, è stata occasione per presentare InspiringPR. Una cornice importante per invitare al nostro Festival delle Relazioni Pubbliche un pubblico qualificato, richiamato nel capoluogo isontino da un programma, come sempre molto ricco, dedicato al tema “La comunicazione istituzionale: dinamiche, relazioni pubbliche e territorio”.

Aperto dal saluto del Comandante della Brigata “Pozzuolo del Friuli”, Generale Giovanni Parmiggiani, e dall’illustrazione del programma da parte del Capitano Biagio Liotti, Capo Sezione Pubblica Informazione e socio Ferpi, il seminario è proseguito con una serie di interventi, fra i quali – all’inizio della seconda giornata –  quello su “La comunicazione istituzionale nel cambiamento” che ho voluto proporre ispirandomi a quanto scritto dal nostro Presidente, Pier Donato Vercellone: “La comunicazione non è cambiata ma piuttosto si è evoluta, mantenendo nel tempo gli elementi distintivi della professione di noi relatori pubblici: la capacità di costruire relazioni basate sulla fiducia, la sensibilità che ci consente di rafforzare il legame emotivo con i nostri interlocutori, la riconosciuta arte di narrazione, la capacità di far emozionare”. E per illustrare l’evoluzione in atto, ho scelto InspiringPR come case history, evidenziando il cambiamento della sua strategia di comunicazione per il miglioramento della sua identità istituzionale.

Sono seguiti poi gli interventi di Cristiano Degano, Presidente dell’Ordine dei Giornalisti del Friuli Venezia Giulia, su “Come cambia l’informazione. L’impatto delle nuove tecnologie sui media”; Marianna Pertoli, psicologa ed esperta di comunicazione non verbale (con un’esercitazione pratica); Guglielmo Cevolin, Docente di Istituzioni di Diritto Pubblico all’Università di Udine e Presidente di Historia Gruppo Studi Storici e Sociali Pordenone, su “Diritto, social media e contrasto al terrorismo”; Claudio Melchior, docente Università degli Studi di Udine, corso di Laurea in Relazioni Pubbliche: “Comunicazione istituzionale e fake news: il nodo della credibilità”; Anna Miykova, caporedattore GENIUS People Magazine: “Viaggio all’interno della redazione: ruoli e compiti”.

Alle successive, intense giornate di seminario sono stati invitati – fra i tanti relatori – anche altri soci Ferpi: Giampietro Vecchiato, Senior partner P.R. Consulting srl e Professore a contratto presso il Corso di laurea in Strategie di Comunicazione dell’Università di Padova, con un intervento su “Le relazioni che costruiscono “FIDUCIA” in 15 parole – chiave”; Michela de Faveri, giornalista e componente del Direttivo Ferpi Triveneto, con una relazione su “L’arte della Comunicazione e la comunicazione dell’arte. Case histories Compagnia Italiana dell’occhiale e Asolana Group”.

Da rilevare la presenza, nella giornata di giovedì 12 aprile, del Col. Claudio Caruso, Capo Ufficio Pubblica Informazione e Comunicazione Stato Maggiore dell’Esercito, e l’intervento finale a cura di Renata Kodilja, coordinatrice dei Corsi di Laurea in Relazioni Pubbliche – frequentati da alcuni degli studenti che fanno parte del Digital Team di InspiringPR – e Magistrale in Comunicazione integrata per le imprese e le organizzazioni su “Comunicazione istituzionale e stakeholder management: creare fiducia, accrescere la reputazione”.

 

 

Commenti