• Ferpi sei tu!

    Dopo i teaser delle ultime settimane è arrivato il momento di scoprire la campagna di comunicazione interna, promossa per la prima volta dall'Associazione per comprendere e valorizzare le esperienze e le esigenze dei propri associati. #CompilationDay per essere davvero #proudtobeFerpi.

    19/05/2017 | Corporate | Commenti (0)

    di Redazione



Perché preoccuparsi di quello che possono pensare i soci della loro Ferpi? Per permettere all’Associazione  di conoscere meglio se stessa e per favorire un processo di cambiamento, che metta al centro le persone. La prima azione concreta di questo percorso, che vuole essere di visione prima ancora che di attività, è quello di dare a voce a tutti i soci. Ferpi sei tu! è la campagna di comunicazione interna, promossa per la prima volta dall’Associazione per comprendere e valorizzare le esperienze e le esigenze dei propri associati, guardando alla persona non solo come numero di tessera, alle sue esigenze e non alla ricerca di un riconoscimento istituzionale che già c’è ed è frutto dell’importante storia che Ferpi racconta da quasi 50 anni. Ferpi sei tu! parte da un questionario di semplice compilazione, tarato sui bisogni degli associati, che dovrà mettere in moto un processo di engagement e di orgoglio associativo per comprendere quali siano le tematiche di maggior interesse in tema di relazioni pubbliche e mettere a fattor comune esperienze, competenze e vivacità professionale.

Le due mail inviate nelle scorse settimane ai soci – nude immagini – sono state l’anticipazione di quello che verrà ora e che porterà la campagna Ferpi sei tu! nel vivo. A breve le delegazioni regionali organizzeranno dei Compilation Day. Non si tratta solo della compilazione di un questionario ma di uno strumento elaborato per permettere a tutti di raccontare il proprio lavoro, in quali settori i soci operano, quali esigenze di formazione e aggiornamento professionale hanno, quale servizio è prioritario per svolgere al meglio propria professione: insomma quale Ferpi vogliono i soci per essere davvero orgogliosi di farne  parte.

I risultati dell’indagine consentiranno di attivare nuovi canali di comunicazione interna e profilare in modo verticale esigenze interne ed esterne, locali e internazionali. Il Ministero per lo Sviluppo Economico richiede di aggiornare la profilazione dei soci, per ottemperare i dettati della Legge 4/2013. Ma Ferpi, oltre agli obblighi di legge, ha l’obbligo morale di prendersi cura dei propri soci per costruire insieme il presente e il futuro della professione.

Ferpi sei tu! è lo strumento a disposizione di ciascun socio per dare evidenza alle proprie competenze e al valore della professionalità nelle relazioni pubbliche”, ha commentato Eliana Lanza, delegata al Welfare associativo e ai servizi per i soci e responsabile del progetto. “Partecipare alla crescita dell’Associazione, facendo valere le proprie esigenze e richieste, passa anche attraverso a diverse modalità di vita associativa, nelle quali l’ascolto e la condivisione di principi ed esperienze genera opportunità ma anche orgoglio di appartenenza. Per questo Ferpi sei tu! si declina anche in un incontro, il Compilation day, un momento di confronto e condivisione in cui ciascuna delegazione territoriale ha l’occasione di elaborare proposte che contribuiscano alla valorizzazione del professionista delle relazioni pubbliche”.

“Con questa iniziativa Ferpi ha voluto mettere al centro le persone, cercando di capire, attraverso un’operazione di ascolto e successivamente di analisi, le reali esigenze legate al dare e al ricevere un valore di qualità associativa”, ha dichiarato Daniele Salvaggio, delegato all’Engagement e alla Comunicazione Interna. “Era doveroso interrogarsi ed interrogare i soci Ferpi sull’evoluzione dell’associazione e dei suoi servizi, al fine di essere sempre più competitivi e utili nel mercato delle relazioni pubbliche”.

Per ulteriori informazioni sulla campagna, clicca qui.

Commenti