• Google Analytics: appuntamento a gennaio 2016

    Il calendario 2016 inizia da subito ad arricchirsi di interessanti appuntamenti: è infatti in programma, per il 29 gennaio a Roma, il corso “Google Analytics. I nuovi strumenti di web analytics e come usarli efficacemente in azienda”, organizzato dalla Commissione di Aggiornamento e Specializzazione Professionale di Ferpi.

    04/12/2015 | Formazione | Commenti (0)

    di Redazione



 

“If you can’t measure it, you can’t manage it” scriveva W. Edwards Deming già nel lontano 1993. Da allora, un’era geologica fa per i tempi della tecnologia, il valore di quest’affermazione si è ampliato di pari passo all’incremento dei dati a disposizione degli operatori di tutti i settori. Parlando di comunicazione, le attuali tecnologie consentono di sciogliere (in tutto o in parte) uno dei nodi fondamentali: la misurazione dei risultati e dell’efficacia di una campagna di comunicazione.

Il paradigma del monitoraggio si applica, dunque, non solo alle iniziative comunicative in senso stretto, bensì ad ogni tipo di attività che un’azienda, ente o organizzazione svolga sul web. L’analisi dei dati digitali, ovvero quei dati qualitativi e quantitativi relativi alle proprie azioni e a quelle della concorrenza risulta pertanto indispensabile per generare un continuo miglioramento dell’esperienza online dei clienti/utenti attuali e potenziali, che si traduce nei risultati desiderati (sia online che offline).

Una delle fasi più importanti dell’analisi dei dati digitali è quella di determinare quali sono gli obiettivi o i risultati finali e come si prevede di misurarli. In generale, gli obiettivi possono essere racchiusi entro cinque macro-categorie, a seconda delle prerogative della tipologia di organizzazione; possono spaziare dalla vendita, raccolta di informazioni, creazione di engagement ed interazione, assistenza all’utente fino alla creazione e mantenimento di un’identità di brand.

A seconda dell’obiettivo da raggiungere, variano anche gli strumenti e le metriche da utilizzare: conversioni, tracciamento transazioni, campagne di Google Adwords, interazioni sui social e così via. Il monitoraggio di tutte queste variabili è oggi possibile grazie all’utilizzo della piattaforma Google Analytics, che consente di effettuare setup sia base che personalizzati al fine di interpretare correttamente la performance di un sito web per ciascuna fonte di traffico.

L’utilizzo della piattaforma, unitamente all’importanza delle informazioni raccolte al fine di ottimizzare gli investimenti aziendali, implica l’acquisizione di un know-how specifico; a questo scopo, la Commissione Aggiornamento e Specializzazione Professionale (Casp) di Ferpi organizza il 29 gennaio a Roma il corso “Google Analytics. I nuovi strumenti di web analytics e come usarli efficacemente in azienda”, dedicato a chi lavora con il web e vuole adattare la propria presenza online alle esigenze degli utenti.

Per informazioni ed iscrizioni, scrivere a casp@ferpi.it

 

 

 

 

Commenti