• Green Different, l’impresa investe in sostenibilità

    Il corso “Green Different.  Ecomobilità e Green Building”, in programma il 22 settembre a Roma, mira ad analizzare le strategie di marketing e comunicazione volte alla sostenibilità del pianeta, alla luce della crescente attenzione alle tematiche ambientali, sia da parte dei consumatori che, conseguentemente, da parte delle aziende.

    08/07/2017 | Formazione | Commenti (0)

    di Redazione



Come le organizzazioni si stanno adeguando alle nuove esigenze del pianeta e alla crescente sensibilità ambientale dei suoi pubblici? Quali sono le tecniche di comunicazione e marketing più efficaci per ripensare la propria visibilità in una logica integrata tra informazione e comunicazione, che valorizzi un approccio ecosostenibile? Questi alcuni dei temi del Corso organizzato da Ferpi il 22 settembre a Roma dal titolo “GREEN DIFFERENT. Ecomobilità e Green Building”, che si propone di riflettere di stimolare una riflessione articolata sulla green economy e sul ruolo strategico che ambiente, innovazione e comunicazione giocano nel futuro del Paese. Il Corso è a cura di Simonetta Blasi, Pubblicitaria Professionista, Docente di Pubblicità e Public Speaking presso la Lumsa Università e l’Università Pontificia Salesiana, e Socio Ferpi e Simonetta Lombardo, Giornalista professionista e ambientalista di lungo Corso, già coordinatrice della comunicazione della prima Conferenza Nazionale sui Cambiamenti Climatici del 2007 e consulente del Ministero dell’Ambiente per la comunicazione sul clima; interverranno, inoltre, illustri manager di aziende.

Vivere in armonia con il pianeta è diventato un paradigma consolidato nei paesi sviluppati, supportato sicuramente dall’aumento esponenziale di informazioni a cui il cittadino ha accesso grazie al web, che lo rende più informato e consapevole sugli impatti ambientali delle diverse pratiche di consumo. D’altro canto, le campagne di educazione ambientale a livello europeo e mondiale (Pacchetto per il clima e l’energia 2020 per l’Unione Europea, l’Agenda per lo sviluppo sostenibile dell’ONU), pongono nuove sfide per l’assunzione di pratiche che rispettino l’ambiente e che garantiscano una qualità di vita migliore per tutti i paesi del mondo.

In questo scenario, le aziende non possono restare indifferenti, anzi, hanno il dovere di sostenere questa spiccata sensibilità ambientale che coinvolge i cittadini, ripensando ai sistemi di produzione affinché siano meno impattanti per l’ecosistema, privilegiando le fonti di energia rinnovabili, creando prodotti o servizi che seguano un approccio eco-friendly. I cambiamenti messi in atto vanno però comunicati in modo che il consumatore recepisca lo slancio innovativo dell’azienda, affinché tale slancio possa produrre effetti e valore nel lungo periodo. La comunicazione deve dunque esaltare i comportamenti ecosostenibili e creare con i consumatori un circolo virtuoso di condivisione dei valori adottati che, a lungo andare, possa premiare in termini di reputazione e di risultati di business.

Gli approfondimenti del corso, riguardanti l’ecomobilità e il Green Building, costituiscono delle pratiche che hanno un forte impatto sulle dinamiche produttive del Paese. Il miglioramento del sistema dei trasporti attraverso mezzi condivisi ed ecosostenibili contribuiscono non solo a rendere più vivibile la città ma anche a far crescere l’occupazione e il sistema economico locale. D’altro canto godere di strutture ecosostenibili e green significa, da una parte, ottenere dei benefici sulla salute e sulla produttività degli operatori, dall’altra, massimizzare il livello di coerenza dell’impresa al punto da fare della sostenibilità una leva di vantaggio competitivo.

Il corso è aperto a tutti, soci e non soci.

Dà diritto al riconoscimento di 100 crediti ai soci Ferpi ai fini della qualificazione necessaria all’aggiornamento professionale interno.

Per esigenze di natura organizzativa e logistica, il corso si svolgerà solo al raggiungimento di un numero minimo di iscritti. Per ulteriori informazioni e iscrizioni: casp@ferpi.it

Commenti