• #MercatoLavoro
    MarCom, terza famiglia professionale per retribuzione. In calo compensi impiegati

    RITA PALUMBO
    Rita Palumbo
    Postato il 7 Giugno 2018

    Una recente indagine su 350.000 tra individui e aziende di Spring in collaborazione con JobPricing rivela come tra nord e sud ci siano differenze anche di 6000 euro l’anno. I professionisti più anziani arrivano a guadagnare il 40% in più dei colleghi più giovani. Il commento di Rita Palumbo per la sua rubrica #MercatoLavoro.

    Rubrica editoriale | Commenti (0)



Una buona notizia e una cattiva. La Guida alle retribuzioni dei professionisti della comunicazione e del marketing, realizzata da Spring in collaborazione con Job Pricing, indica che i dirigenti di quei settori guadagnano un po’ di più rispetto agli altri colleghi dei comparti presi in esame dalla ricerca. Ma – ed è questa la cattiva notizia – sono in calo i compensi degli impiegati, e quindi dei giovani. E non solo: il mercato della comunicazione nell’ultimo decennio ha registrato un aumento costante di liberi professionisti, che non hanno contratto, che non sono stati inseriti nella griglia normativa dell’equo compenso, che hanno una retribuzione media di soli 24.885 euro annui (dati Confcommercio Professioni 2017). La strada per la valorizzazione della nostra professione è ancora molto lunga. 

 


 

Quanto guadagnano i professionisti della comunicazione? Dove lavorano e con quali mansioni quelli con lo stipendio più alto? Conta più l’esperienza o l’età?

Sono queste le domande alle quali dà una risposta la Guida alle retribuzioni dei professionisti nell’ambito marketing e comunicazione realizzata da Spring in collaborazione con Job Pricing che analizza ben 350.000 casi in Italia.

Dall’analisi emerge che i quadri della famiglia professionale Marketing & Comunicazione hanno mediamente percepito una retribuzione fissa di 54.820 €, valore superiore alla media nazionale di circa 800 €. Si tratta della 3^ famiglia professionale più pagata fra le 9 analizzate (IT e Web, Amministrazione finanza e controllo, Legale e Compliance, Produzione e qualità, Marketing e comunicazione, Risorse Umane e Organizzazione, Acquisti e Logistica e Supply Chain, Vendite e Customer care). L’anno scorso erano quarti in classifica, e con un guadagno rispetto alla media nazionale più alto di 620 euro

Gli Impiegati della funzione Marketing & Comunicazione presentano invece nel 2017 una RAL media pari 29.978 €, inferiore di circa 840 euro rispetto alla RAL media nazionale. Nella graduatoria tra famiglie professionali, gli Impiegati si posizionano al 7° posto.

L’andamento dell’ultimo anno non premia gli Impiegati, la cui RAL è calata dello 0,9% (il calo su scala nazionale è più contenuto, -0,3%), mentre i Quadri registrano uno dei trend positivi più significativi (+0,7%).


1Le differenze regionali
A livello regionale, i quadri che operano in Liguria scalzano i colleghi emiliani al primo posto l’anno scorso e percepiscono la RAL più alta (56.834 euro l’anno) mentre in Valle D’Aosta la più bassa (48.869 euro l’anno), con una differenza di quasi 8.000 euro l’anno. Tra gli impiegati invece sono i Lombardi a ricevere lo stipendio più alto (31.733 euro l’anno) e i molisani quello più basso (25.658 euro l’anno, 6.000 euro in meno dei colleghi del nord).

 

L’età e l’esperienza
L’esperienza e l’età invece pesano maggiormente sugli stipendi degli impiegati. Un impiegato con più di 5 anni di esperienza arriva a percepire il 15,9% in più rispetto a un collega con meno di 2 anni (3,4% se si tratta di quadri), mentre un ultracinquantacinquenne arriva a percepire il 40,3% in più in busta paga rispetto a un collega tra i 25 e i 34 anni (15,5% se si tratta di quadri). Anche se si analizza la dimensione delle aziende lo stipendio degli impiegati è quello che varia più significativamente (+32,9% rispetto al +13,4% se si tratta di quadri: un impiegato in una microimpresa guadagna meno di 27 mila euro, oltre 35 se lavora in una grande azienda).

2

Le industry e i ruoli
Per i quadri del marketing e della comunicazione è il settore dell’oil & gas ad offrire i compensi più alti (57.945 euro lordi annui (con una parte variabile pari al 9,2%). Anche fra gli impiegati questo settore presenta la retribuzione media più elevata (34.335 euro l’anno con una parte variabile pari al 10,3%).

Tra i ruoli meglio pagati, senza dubbio il Responsabile Trade Marketing che nella fascia alta arriva a percepire quasi 69 mila euro lordi l’anno con una percentuale di parte variabile più alta (13,8%), mentre è il responsabile Web Social Media Marketing che nella fascia bassa percepisce meno (44.500 euro l’anno con una quota variabile del 12,3%). Tra gli impiegati è il Brand Manager a guadagnare di più in fascia alta (44.800 euro l’anno), mentre è il ruolo di specialista marketing operativo a stare di poco sotto i 27.000 euro l’anno nella fascia più bassa.

3

 

 

 

 

 

 

Commenti