• Social-linguistica

    È il web che condiziona la lingua o è l'italiano che attraverso la rete sta mostrando mai come ora il suo stato? Il nuovo libro di Vera Gheno tenta di raccontare qualcosa di nuovo dei social network a chi li frequenta, nella speranza di renderli meno "ostici" a chi, invece, non è abituato a frequentarli. Soprattutto, vuole essere un contributo all'ecologia linguistica dei mezzi di comunicazione elettronici, la cui vivibilità è responsabilità di tutti gli utenti.

    24/11/2017 | News RP, Pubblicazioni | Commenti (0)

    di Redazione



Questo testo non è una guida; è piuttosto il diario di bordo di vent’anni di frequentazione dei “socialini” da parte di una sociolinguista interessata a capire cosa succeda alla nostra lingua e alla nostra società nella commistione tra vita online e offline. È il web che condiziona la lingua o è l’italiano che attraverso la rete sta mostrando mai come ora il suo stato?

Il libro di Vera Gheno tenta di raccontare qualcosa di nuovo dei social network a chi li frequenta, nella speranza di renderli meno “ostici” a chi, invece, non è abituato a frequentarli. Soprattutto, vuole essere un contributo all’ecologia linguistica dei mezzi di comunicazione elettronici, la cui vivibilità è responsabilità di tutti gli utenti.

Vera Gheno è Twitter manager dell’Accademia della Crusca, con cui collabora dal 2000. Dottore di ricerca in Linguistica, è specializzata nei linguaggi giovanili e nella comunicazione mediata tecnicamente, in particolare sui social network. Insegna all’Università di Firenze, all’Università di Siena e presso la sede fiorentina del Middlebury College. Svolge corsi di web writing e gestione dei social media per le aziende.


Social-linguistica
Italiano e italiani dei social network
Vera Gheno
Cesati, 2017
pp. 136, € 12,00

Commenti