• Web Marketing & Communication: la reputazione d’impresa ai tempi del digitale

    Quattro giornate di formazione dedicate al ruolo che il digitale ricopre oggi all’interno del brand. Moltissime case history aziendali e numerosi manager presenti per "Web Marketing & Communication", il corso organizzato dal Master in Economia e Gestione della Comunicazione e dei Media in collaborazione con Eikon Strategic Consulting Italia e Ferpi, in programma Iil 23 e il 24 marzo e il 6 e 7 aprile a Roma.

    16/03/2017 | Formazione | Commenti (0)

    di Redazione



Come si stanno evolvendo le tecniche di marketing e comunicazione sul web? In che modo l’impresa può orientare le risorse digital verso la costruzione di una relazione solida, longeva e interattiva con i suoi clienti? Sono questi gli interrogativi che verranno affrontati nella quinta edizione del corso “Web Marketing & Communication”, organizzato dal Master in Economia e Gestione della Comunicazione e dei Media in collaborazione con Eikon Strategic Consulting Italia e Ferpi.

Il corso avrà luogo presso la Facoltà di Economia dell’Università di Roma Tor Vergata e sarà strutturato in quattro incontri, della durata di 28 ore complessive e frequentabili anche singolarmente. Il 23 e il 24 marzo e il 6 e 7 aprile docenti di marketing e comunicazione, manager ed esperti del settore discuteranno sul ruolo che il digitale ricopre oggi all’interno del brand, anche mediante l’analisi di case history aziendali.

Si inizia il 23 marzo con una kermesse su “Il futuro della comunicazione digitale: dalla comunicazione al marketing, dall’engagement al sales management, dall’immagine alla reputazione”. Interverranno: Simonetta Pattuglia – Professore di Marketing, Comunicazione e Media, Direttore del Master in Economia e Gestione della Comunicazione e dei Media dell’Università di Roma “Tor Vergata” e Presidente CASP di Ferpi; Paola Aragno Senior Partner Eikon Strategic Consulting Italia, Pier Donato Vercellone – Presidente Ferpi, Direttore Comunicazione SISAL; Daniela Poggio – Direttore Comunicazione Sanofi con “Il digitale in impresa: da PR a Brand Journalism”; Paolo Iammatteo – Direttore Comunicazione Poste Italiane; Giorgia Freddi – Director of Communications and External Relations Groupama Assicurazioni; Valerio Perego – Sales Manager di Facebook, Daniele Chieffi – Responsabile Social Media ENI.

C’è un termine che potrebbe essere considerato il leitmotiv di questo seminario e, più in generale, della buona gestione di un’impresa: si tratta di reputazione. Se la reputazione di un’azienda è legata ai tempi in cui essa vive, oggi un’impresa vincente è quella capace di inserirsi nell’ecosistema digitale, di mettersi in gioco nei processi di comunicazione informale e di offrire alle persone un’esperienza del brand a tutto tondo.

L’ “esigenza” digitale risponde a un cambiamento radicale del soggetto consumatore, il quale si pone in maniera sempre più disincantata di fronte al mercato. Nella molteplicità delle offerte e degli strumenti in suo possesso per valutarle preventivamente, egli oscilla alla ricerca del suo prodotto o servizio ideale e non è scontato che dopo l’acquisto convalidi la bontà della sua scelta, rimanendo fedele ad essa.

Trattenere il cliente, stringere con lui un patto di fiducia è un’operazione che non si ottiene più con le semplici tecniche tese alla persuasione, ma mediante forme comunicative di activation, che portino il consumatore in una dimensione di coinvolgimento e di stretto contatto con il brand. In questo universo comunicativo, il web è lo strumento di convergenza delle altre forme di comunicazione, la cabina di regia da cui presidiare tutti i punti di contatto con il pubblico.

La comunicazione e il marketing di impianto digitale profila, riconosce e coinvolge il consumatore. I “superpoteri” che il web marketer ha a disposizione per raggiungere potenziali clienti, studiarne i comportamenti e le caratteristiche sono diversi.

È da questo presupposto che si sviluppano i tre laboratori del seminario: il 24 marzo insieme a Luca Marciano, Project manager BIZUP, si analizzeranno gli strumenti di posizionamento sul web e di misurazione di una presenza efficace: le complesse tecniche di SEO e SEM consentono la scalata verso la visibilità a partire dai motori di ricerca, in modo che il brand possa avvicinarsi ai potenziali clienti; Google Analytics è il servizio web analytics offerto da Google che fornisce un monitoraggio continuo della propria posizione online e la verifica di quanto, quando e come l’utente si approccia alla piattaforma digitale. Conoscere questi strumenti e saperli adoperare è essenziale per verificare i progressi dell’attività online e per operare eventuali miglioramenti.

Il 6 aprile l’attenzione sarà rivolta allo Storytelling e all’utilizzo della narrazione per costruire una relazione funzionale tra la marca e i pubblici di riferimento, ma anche tra i consumatori stessi. Le aziende sono grandi, complesse e la competizione è smisurata. L’impresa ha bisogno dunque di costruire storie per comporre l’identità e la vision dell’azienda, sviluppare universi narrativi che riprendono gli archetipi del racconto come gli ultimi stilemi culturali nei quali il consumatore può riconoscersi, sentirsi coinvolto e diventare spettatore attivo. A condurre il laboratorio sarà Francesco Dimitri, Autore e Consulente di Business Storytelling.

Infine la giornata del 7 aprile si concentrerà Social Media Management, dalla progettazione con Sara Poma, Head of Social di Doing, alla misurazione con Alessandro Troiani, Head of Digital Analysis di Eiko Strategic Consulting Italia. I canali social rappresentano forse il punto di contatto più diretto con il pubblico e permettono di lavorare “ai fianchi” del consumatore per influenzare atteggiamenti e acquisti futuri. La progettazione di piani editoriali coerenti e diversificati e la misurazione dei dati a partire da un approccio più psicografico che demografico aiuta a profilare il proprio pubblico e a conoscerne passioni, abitudini ed emozioni, ossia i moventi più importanti dei loro consumi.

Il corso, aperto a tutti, darà diritto al riconoscimento di 250 crediti ai soci Ferpi ai fini della qualificazione necessaria all’aggiornamento professionale interno.

Per ulteriori informazioni e iscrizioni: casp@ferpi.it

 

 

Commenti