/media/post/c5avvhc/index-03.jpg
Ferpi > News > Rp e Responsabilità Sociale d'Impresa, quali affinità?

Rp e Responsabilità Sociale d'Impresa, quali affinità?

28/09/2017

Quali sono state le dinamiche tra relazioni pubbliche e CSR negli ultimi 10 anni in Europa? In che modo si sono evolute e quali sono gli scenari futuri? Questi i quesiti che si propone di affrontare il corso organizzato da Ferpi dal titolo "Recent CSR - PR dynamics" in Europe, in programma il 30 ottobre a Roma. L’incontro, a cura e con Toni Muzi Falconi e Dejan Vercic, si svolgerà in lingua inglese.

Offrire una panoramica esaustiva su come i temi dello sviluppo sostenibile e della responsabilità sociale di impresa siano in primo piano nelle attività PR, analizzando le dinamiche di relazione degli ultimi dieci anni in Europa. È questo l’obiettivo del corso Recent CSR-PR dynamics in Europe, in programma il 30 ottobre a Roma. L’incontro, a cura e con Toni Muzi Falconi, Senior counsel di Methodos e docente alla LUMSA e Dejan Vercic, docente dell’Università di Lubjana, inventore e organizzatore da 25 anni del Bled Symposium, si svolgerà in lingua inglese e verrà introdotto da un intervento di Simonetta Pattuglia, Docente di Marketing, Comunicazione e Media dell’Università degli Studi di Roma Tor Vergata e Presidente CASP.

Il campo delle relazioni pubbliche ha assunto un’importanza sempre maggiore nelle operazioni di marketing e comunicazione. Ciò è dovuto innanzitutto a un aumento esponenziale dei canali a disposizione dell’azienda per stringere legami con il mondo esterno, ma anche alla presa di coscienza che i destinatari del messaggio aziendale non sono soltanto i consumatori finali, ma un pubblico ben più ampio, composto da una varietà di attori con cui occorre invece intrattenere solidi rapporti, non solo di natura commerciale.

Allargando la rete delle sue relazioni, l’impresa ha l’arduo compito di bilanciare in modo equo gli interessi e le aspettative legittime di tutti gli interlocutori con cui essa dialoga nel territorio. Ciò amplifica il raggio di contenuti che le PR si trovano a dover gestire, creando una stretta interdipendenza tra tematiche più puramente commerciali e argomenti di stampo sociale. Per realizzare questa sorta di coesione, le organizzazioni devono essere in grado di ascoltare i diversi pubblici: le loro esigenze, le loro aspettative, i loro obiettivi, per poi valutare la loro effettiva rilevanza ed elaborare una serie di azioni concrete miranti al loro soddisfacimento.

Così interpretate le relazioni pubbliche si sganciano da definizioni che le vedono come attività esclusivamente persuasorie per farsi portavoce della corporate identity, trovandosi a perseguire obiettivi ben più ambiziosi, quali l’affermazione della reputazione e il consolidamento dell’identità sociale. Da qui la stretta connessione tra i due ambiti, i quali se ben integrati possono permettere all’impresa di distinguersi. Si comincia a ragionare in termini di profitto etico/economico come di un rapporto direttamente proporzionale, per cui più le imprese dimostrano il loro valore etico, maggiori e migliori saranno i loro risultati commerciali.

Il corso è aperto a tutti, soci e non soci.

Dà diritto al riconoscimento di 25 crediti formativi ai soci Ferpi ai fini della qualificazione necessaria all’aggiornamento professionale interno.

Per esigenze di natura organizzativa e logistica, il corso si svolgerà solo al raggiungimento di un numero minimo di iscritti.

Per ulteriori informazioni e iscrizioni: casp@ferpi.it


Sede del corso
LUMSA - Sala del Giubileo
Via di Porta Castello, 44
Roma

COMMENTI

Eventi