/media/post/9qfb3hz/sourov-on-phone-796x512.jpg
Ferpi > News > Rp: i trend per il 2016

Rp: i trend per il 2016

18/12/2015

In questo periodo dell’anno è utile sapere quali saranno le tendenze per il prossimo futuro. Stephen Waddington, Chief Engagement Officer di Ketchum USA, delinea otto trend da tenere presenti nel 2016.

I professionisti di Rp devono avere sott’occhio le tendenze attuali e calibrare i propri sforzi per adattarsi al mutevole panorama dei media.

È importante mettere a fuoco le strategie più importanti che possano aumentare l’efficacia delle proprie campagne.

In questi giorni le organizzazioni di tutto il mondo stanno lavorando ai piani di comunicazione per il 2016, può essere utile conoscere quelle che saranno le otto aree su cui focalizzarsi sui social e nel digitale:

1. Agilità
Le campagne in real-time richiedono una revisione del flusso di lavoro. Un processo di revisione di 24 ore non può funzionare quando i trend irrompono sui social media.

Ketchum ha costruito un flusso di lavoro integrato e agile che abbiamo confezionato in una proposta chiamata StoryWorks. Le nostre redazioni combinano ascolto, strategia, creatività e community management lavorando tutti in un ambiente vivace.

2. Finalità
I social media stanno facendo crollare le gerarchie ed eliminando i compartimenti  stagni all'interno delle organizzazioni. Ogni aspetto di un'organizzazione deve essere social. Il concetto controllo della comunicazione appartiene al XX secolo, se mai è esistito. I professionisti stanno aiutando i leader delle organizzazioni più progredite a scoprire il loro scopo sociale e a diminuire la distanza tra comunicazione interna ed esterna.

3. Creatività
Il Festival Internazionale della Creatività di Cannes ci insegna che i brand indimenticabili raccontano storie che rispondono a ciò che motiva i loro pubblici su tutti i tipi di media.

I lavori vincenti si basano su team creativi ed intelligenti e su contenuti che creano engagement con i pubblici come parte integrata della campagna. Per costruire relazioni significative e di fiducia, i brand manager devono creare un racconto forte e autentico, radicato in uno scopo organizzativo.

4. Media a pagamento
Ci sono due fronti emergenti: una parte rifugge i media a pagamento mentre l'altra prevede che le Rp finiranno per ribaltare il business dell’ADV.

Dal momento che i media sono frammentati e amplificati e gli influencer pagati, le promozioni sui social e del native advertsing diventano parte della comunicazione, abbiamo scampato questo pericolo. Un approccio agnostico ai media incentrato su un lavoro su più canali è fondamentale.

5. Autenticità
I moderni mezzi di comunicazione, così come i consumatori, ora vivono sui social media. I brand manager devono impegnarsi a parlare il linguaggio della gente e no l’aziendalese. È anche possibile creare una propria galleria fotografica.

Uno dei miei luoghi preferiti in rete la pagina Facebook di  Condescending Corporate, che prende in giro quello che i brand manager fanno e dicono. Va bene per farsi due risate e fermarsi a riflettere.

6. Strumenti
Un fiorente strumento di mercato è emerso per supportare la pianificazione delle campagne tra diversi dispositivi e le forme frammentate di media, analisi e pianificazione.

Anche se si deve sempre automatizzare con attezione, date un’occhiata alla guida dei 50 how-to guide che compongono il progetto di crowdsourcing #PRstack. Saranno utili a migliorare la produttività e semplificare le attività ripetitive.

7. Dati
Quando ho iniziato a fare PR negli anni '90, la pianificazione era rozza e consisteva nell’allineare titoli multimediali con il pubblico. Abbiamo scoperto la demografia e la segmentazione e conseguentemente abbianato i media. Mentre stiamo per entrare nel 2016, i professionisti di PR possono utilizzare gli strumenti per identificare i potenziali sostenitori del brand.

8. Sviluppo professionale
Migliorare le competenze per lavorare attraverso canali mediatici è un lavoro continuo, più del settore delle Rp in sé.

Stiamo passando da essere generalisti ad avere un'ampia conoscenza della nostra disciplina e conoscenze specifiche in un settore come la ricerca, la pianificazione, la strategia o il contenuto. L’acquisizione di talenti è il nuovo fronte. Come Ketchum, stiamo sviluppando queste aree attraverso il nostro programma di formazione interna e online.

Su quali ulteriori aree vi state stai concentrando per il prossimo anno?

 

Fonte: PR Daily

COMMENTI

Eventi