• Digital Anthology, come il web design migliora la user experience

    Una giornata di formazione e studio sull’evoluzione del web, sull’analisi dell’esperienza cross device e sulla progettazione di siti che possano soddisfare la user experience: è il corso “Digital Anthology. How-to- be user first”, a cura e con Lapo Chirici e Lorenzo Ieri, in programma il 27 ottobre a Roma.

    05/10/2017 | Formazione | Commenti (0)



Come si sta evolvendo il web e quali sono i processi cognitivi che l’utente attiva quando naviga un sito? Questi i due macrotemi del corso “Digital Anthology. How-to- be user first!”, in programma il 27 ottobre a Roma, dalle 10.00 alle 18.00. La giornata di formazione, promossa dalla Commissione per l’Aggiornamento e la Specializzazione Professionale (CASP) di Ferpi, è a cura e con Lapo Chirici, Web Communication Consultant e Lorenzo Ieri, CEO e Founder di Pamasoft.com: dall’analisi concettuale di alcuni casi pratici, verrà definito l’intero flusso di lavoro che si nasconde dietro la progettazione di un sito web moderno e dinamico, in cui l’usabilità è asse portante della sua efficacia. Il Corso sarà inoltre composto da tre laboratori: il primo avrà come oggetto l’esperienza cross device; il secondo si concentrerà sull’analisi euristica dell’usabilità di un sito; il terzo, infine, offrirà uno sketch di una nuova funzionalità di un sito web.

L’avanzare della tecnologia e l’implementazione di funzionalità sempre più attraenti all’interno della rete, fa sì che i siti web rappresentino per le organizzazioni uno strumento importantissimo per farsi conoscere al pubblico: essi, se ben progettati, possono essere in grado di esaltare il livello di credibilità del brand e di catturare l’interesse degli utenti. Nella realizzazione di questi obiettivi, risulta necessario soddisfare due requisiti fondamentali: da un lato, l’aspetto funzionale, dall’altra la dimensione estetica. Un sito deve quindi essere “usabile” e coinvolgente, in grado di comunicare qualcosa a livello emotivo ma anche di facilitare i comportamenti degli utenti durante la navigazione in rete.

La combinazione di queste due dimensioni costituisce una user experience efficiente ed efficace. Tale efficacia deve essere non solo frutto di un processo creativo: esso deve essere necessariamente supportato da uno studio attento del pubblico di riferimento, sia in corso di progettazione del sito, sia dopo la sua messa online. Per questo è necessario definire delle metriche e misurarle per registrare eventuali variazioni positive o negative e monitorare l’evoluzione nell’esperienza d’suo del sistema da parte degli utenti per poter rispondere tempestivamente ai loro nuovi bisogni.  Afferma Chirici: “Spesso nella progettazione dei siti web si parte dalla creatività per poi arrivare ai dati. Il processo, invece, dovrebbe essere inverso: partire dall’ascolto degli utenti per costruire una comunicazione che sia tagliata ad hoc su dati raccolti. È importante, pertanto, dare una mentalità più data driven alle strategie di web marketing e comunicazione.”

Il corso è aperto a tutti, soci e non soci.

Dà diritto al riconoscimento di 100 crediti formativi ai soci Ferpi ai fini della qualificazione necessaria all’aggiornamento professionale interno.

Per esigenze di natura organizzativa e logistica, il Corso si svolgerà solo al raggiungimento di un numero minimo di iscritti.

Per ulteriori informazioni e iscrizioni: casp@ferpi.it

 

Sede del corso

FACOLTÀ DI ECONOMIA – Università degli Studi di Roma Tor Vergata
Edificio A – aula informatica S4
Via Columbia, 2
Roma

Commenti