• Digital PR: ultimi giorni per iscriversi

    A Napoli, lunedì 2 ottobre, Ferpi propone un approfondimento nel campo delle Rp con il corso "Digital PR. Progettare solide relazioni sui mattoni dei bit", a cura di Letizia Nassuato e Elena Salzano. Mediante l’analisi di case history e il confronto tra esperti del marketing e della comunicazione, si definiranno come si stanno evolvendo le dinamiche di relazione con gli stakeholder, alla luce del ruolo sempre più incisivo che la dimensione web svolge per la trasmissione della reputazione d’azienda.

    28/09/2017 | Formazione | Commenti (0)

    di Redazione



Come agiscono le digital PR e come contribuiscono alla creazione di una strategia di comunicazione multicanale che sia coerente con i propri stakeholder e che rafforzi il posizionamento del proprio brand?

Questo il tema del corso “Digital PR. Progettare solide relazioni sui mattoni dei bit, in programma il 2 ottobre a Napoli, dalle 09.30 alle 14.00. Un’occasione per comprendere, attraverso l’intervento di esperti del settore sia del mondo accademico che aziendale, come instaurare una relazione solida e duratura con il pubblico di riferimento di un’azienda, di un brand, di un professionista all’interno dell’“arena” del web.

Il corso è a cura e con Letizia Nassuato, Regional Communication Manager Vodafone Italia e Membro CASP di Ferpi e Elena Salzano, Delegato Ferpi per la Campania e Docente di Event Management. All’incontro interverranno, inoltre: Antonio Parlati, Presidente Sezione Editoria Cultura-Spettacolo e dirigente Rai, Sara Di Mattia, Senior Account Director di We Are Social, Caterina Stagno, Dirigente della Struttura Inclusione Digitale RAI, Mario Amura, Cofondatore di Emoticron, Ciro Pellegrino, Capo cronache locali di Fanpage e Pier Donato Vercellone, Presidente Ferpi e Direttore Comunicazione Sisal Group.

La sopravvivenza e il successo di qualsiasi organizzazione dipendono dal suo grado di reputazione, quella risorsa intangibile che rende il brand unico e completamente differente dai suoi concorrenti. Le PR si prendono cura di questo asset, facendo in modo che le conversazioni intorno alla marca possano ottenere sostegno e influenzare le opinioni e i comportamenti degli stakeholder. La creazione e il mantenimento di questa reciproca comprensione tra l’azienda e i suoi pubblici oggi avviene in gran parte sulle piattaforme digitali, che hanno reso le operazioni di PR molto più fluide, ampliando il raggio di opportunità per l’azienda di farsi conoscere e di far parlare di se.

Le digital PR agiscono su più assi – afferma Nassuato – ascolto, ingaggio, segmentazione, trasparenza, consentendo quel flusso virtuoso nella relazione con i propri stakeholder che rappresenta al contempo opportunità e rischio.” In quanto tali le PR richiedono la definizione di un piano di comunicazione strategico ben strutturato. Prima di tutto è fondamentale un’analisi dell’ambiente in cui si va a operare al fine di identificare le opinioni degli stakeholder e le aree di intervento. L’intercettazione delle giuste community e degli influencer più in linea con il messaggio che si intende comunicare permette di innescare delle dinamiche di propagazione virale le quali permettono, mediante la voce di soggetti percepiti come autorevoli, di diffondere i contenuti e innescare un passaparola virtuoso che fa da boost alle attività di marketing e comunicazione.

Il corso è aperto a tutti, soci e non soci.

Dà diritto al riconoscimento di 50 crediti formativi ai soci Ferpi ai fini della qualificazione necessaria all’aggiornamento professionale interno.

Per esigenze di natura organizzativa e logistica, il corso si svolgerà solo al raggiungimento di un numero minimo di iscritti.

Per ulteriori informazioni e iscrizioni: casp@ferpi.it

Scarica la locandina.

Sede del corso
UNIONE INDUSTRIALI
Piazza dei Martiri, 5
Napoli

Commenti