Ferpi > News > Buon compleanno weblog

Buon compleanno weblog

18/07/2007

Ricorre il decimo anniversario della blogosfera: un bilancio e un censimento delle principali forme di diari online, compresi quelli con cui si possono cercare profitti.

Quando nacque il primo blog della storia? E chi lo battezzò? Quando il diario online divenne di massa? E ancora quanti ne esistono e di che tipi? Sono molti gli interrogativi che aleggiano dietro la nascita del weblog e il Wall Street, in occasione del suo decimo compleanno, li affronta tutti, ripercorrendo le prime ed embrionali forme del fenomeno, ricordandone la paternità e tornando sui soliti ragionamenti a proposito dellattendibilità del giornalismo dal basso e al tempo stesso della sua forza straodinaria.
Il primo diario online viene fatto risalire al 1997 e il padre viene considerato Dave Winer, il quale cominciò a scrivere una serie di e-mail di commento al lancio di un prodotto software e, in seguito, creò un sito per raccogliere le proprie opinioni.
La vera svolta del blog, la cui etimologia del termine viene addebitata a Peter Merholtz, avvenne nel momento in cui si diffusero le piattaforme per la pubblicazione: da quel momento in poi i diari online catturarono anche il pubblico meno esperto e vi fu la grande svolta che nel tempo ha portato a circa 6 milioni i log del mondo.
Oggi esistono weblog specializzati in ricette e in ambiente, in macchine o in economia, in poesia, in politica, praticamente in tutto. E Business Week dedica all'argomento un intero servizio, concentranodsi su quelli che provano a convertire la formula in un modello di business. Nel ricchissimo articolo del Wall Street vengono invece intervistati molti personaggi pubblici e dello spettacolo che hanno una propria pagina personale sul web. Come quella di Mia Farrow, che ora ha un proprio sito per interagire con il pubblico, nato da principio come aiuto alle ambizioni della figlia, aspirante scrittrice senza editore.
Redazione Totem - Emanuela Di Pasqua

COMMENTI

Eventi