Ferpi > News > Coca Cola HBC si racconta nel 6° Rapporto Socio-Ambientale

Coca Cola HBC si racconta nel 6° Rapporto Socio-Ambientale

30/09/2010

Continua il lavoro dell’azienda in direzione della sostenibilità. Nel documento di rendicontazione sono presentati i risultati del 2009 delle azioni e delle attività nei luoghi di lavoro, in termini produttivi, di risparmio energetico, sul mercato e sul territorio.

Il rapporto socio-ambientale è divenuta una parte importante del documento di rendicontazione di un’organizzazione. Anche se la tendenza è quella di andare verso un unico documento, il One Report, molte aziende, soprattutto quelle che hanno un’attività fortemente impattante sul territorio o sull’ambiente, presentano il Rapporto – o bilancio socio-ambientale – in modo indipendente per dare risalto alle scelte politiche, alle strategie e anche alle attività che vanno nella direzione della sostenibilità. Tra i documenti più recenti è di sicuro interesse quello realizzato dalla Coca-Cola HBC Italia.
Da sei anni Coca-Cola HBC Italia punta molto sul Rapporto Socio – Ambientale, come modo per raccontarsi agli stakeholder e alla comunità affidandosi ad un approfondito documento sulla propria policy in fatto di sostenibilità nei luoghi di lavoro, nelle attività sul mercato e nelle comunità.
Particolare attenzione è stata dedicata all’ambiente e all’impegno posto dall’azienda per ridurre al minimo l’impatto delle proprie attività in termini di consumo energetico, idrico e di limitazione delle emissioni di gas-serra.
“A sei anni dalla pubblicazione della prima edizione del Rapporto Socio-Ambientale, siamo orgogliosi di poter affermare che le iniziative che abbiamo messo in campo hanno contribuito a diffondere in Italia la consapevolezza di quanto sia importante investire nella sostenibilità attraverso un più equilibrato rapporto tra impresa e società” – ha affermato Alessandro Magnoni, Public Affairs & Communication Director di Coca-Cola HBC Italia.
Interessanti i numeri del 2009: – 21% il consumo idrico per l’imbottigliamento di un litro di acqua minerale; – 11% il consumo energetico per la produzione di un litro di bevanda; 98% il riciclo dei rifiuti generati dall’attività industriale e – 25% le emissioni di CO2 per litro di acqua minerale imbottigliata.
Accanto all’impegno nelle attività industriali, Coca-Cola HBC Italia ha sempre rivolto grande attenzione al territorio in cui opera, promuovendo e organizzando numerose iniziative per incentivare un dialogo aperto e costruttivo con scuole, istituzioni, media e comunità locali: dal tour teatrale Il mistero dell’acqua scomparsa, al kit per ragazzi dedicato al risparmio idrico e distribuito in 3.500 scuole d’Italia. Nei prossimi mesi, l’azienda avvierà una serie di attività che avranno come filo conduttore il tema del riciclo: tra cui la distribuzione del libro L’ispettore Closet e la tribù del riciclo, patrocinato dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio del Mare, CONAI e Cittadinanzattiva onlus e la mostra educativa itinerante “missione ecoTribù” sul riutilizzo dei materiali da imballaggio.
Scarica qui il Rapporto Socio-Ambientale.

COMMENTI

Eventi