Ferpi > News > Assegnati gli Oscar di Bilancio 2014

Assegnati gli Oscar di Bilancio 2014

02/12/2014

Nove Oscar di Categoria, una menzione speciale e quindici Attestati, conferiti dalla Giuria presieduta da Andrea Sironi, Rettore dell’Università Bocconi, ai vincitori ed ai finalisti del Premio promosso da Ferpi. Conoscenza, relazioni internazionali, nuova sostenibilità sono le sfide del futuro delle imprese italiane affrontate nella tavola rotonda.

“Un buon bilancio ha il compito non semplice di aiutare ad attrarre investimenti di qualità e capitali nuovi, anche e soprattutto dall’estero, tenendo a mente anche il contesto socio-economico complesso e delicato che sta vivendo il Paese. In questo senso, la qualità delle relazioni esaminate confermano l’importanza che la business community conferisce a questo riconoscimento, e ci spronano a proseguire sulla strada del confronto, della trasparenza e di quella completezza di informazione che Ferpi ha inteso stimolare sin dalla prima edizione dell’Oscar”, ha dichiarato Patrizia Rutigliano, Presidente di Ferpi, in apertura della cerimonia di consegna degli Oscar di Bilancio, che si è tenuta lo scorso 1 dicembre, presso la sede di Borsa Italiana, sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica. Il premio promosso e gestito da Ferpi, ha compiuto quest’anno 50 anni.

L’Oscar di Bilancio 2014 ha premiato quest’anno 9 diverse categorie di imprese, dal finanziario al manifatturiero al non profit, che sono state valutate da 9 Commissioni di segnalazione, composte complessivamente da oltre 200 professionisti individuati dalle Associazioni Partner, insieme all’autorevole Giuria.

La Giuria è presieduta dal Professor Andrea Sironi, Rettore dell’Università Bocconi di Milano che ha dichiarato: “Anche quest’anno la partecipazione al premio è stata elevata e il lavoro delle commissioni istruttorie impegnativo. In generale, la qualità della reportistica economico finanziaria delle aziende e istituzioni italiane continua a migliorare e il lavoro di selezione della Giuria che ho l’onore di presiedere diviene dunque più difficile. Credo che un contributo a questo miglioramento sia anche legato all’iniziativa dell’Oscar di Bilancio”.

Annamaria Ferrari, Segretario Generale Oscar di Bilancio ha dichiarato: “Un’edizione speciale dell’Oscar di Bilancio che, quest’anno, compie 50 anni e per la prima volta riunisce un Comitato Promotore con autorevoli membri, istituzioni e associazioni che negli anni – a fianco di FERPI – hanno ricoperto un ruolo significativo nel supporto dell’iniziativa. Il Comitato, rappresentativo di diverse partnership, nasce con l’obiettivo di sviluppare ulteriormente l’iniziativa promuovendo il Premio nei diversi aspetti” che prosegue: “La comunità dell’Oscar di Bilancio sarà sempre più impegnata nella diffusione di valori fondamentali, trasparenza, efficacia nella comunicazione, dialogo con gli stakeholder con la segnalazione delle best practice”.

Le sfide del futuro: conoscenza, relazioni internazionali, nuova sostenibilità per le imprese italiane è la tavola rotonda moderata da Alessandro Plateroti, Vice Direttore del Sole 24 ORE, a cui hanno preso parte Marina Forquet Famiglietti, Board Member Borsa Italiana e Segretario Generale London Stock Exchange Foundation; Giovanni Gorno Tempini, Amministratore Delegato Cassa Depositi e Prestiti, il professor Andrea Sironi, Rettore dell’Università Bocconi di Milano.

L’Oscar di Bilancio esamina e valuta gli aspetti di comunicazione, struttura e fruibilità da parte di tutti gli stakeholder, del reporting delle Società/Enti che vi partecipano, senza entrare nel merito dei risultati economici e di ambito ambientale e sociale. L’Oscar di Bilancio è un laboratorio permanente dove si recepiscono e sviluppano idee che nascono dall’analisi e dalle aspettative di una comunità economica in continua evoluzione. A ritirare gli Oscar sono state le più alte cariche del management aziendale a conferma del prestigio riconosciuto al Premio.

I vincitori dell’edizione 2014 (motivazioni redatte dalla Giuria Oscar di Bilancio) :



  • Snam con un fascicolo di bilancio che espone con chiarezza i diversi settori di attività, i rischi relativi e l’informativa economico finanziaria. Chiara e ben definita è la tematizzazione scelta dalla Società con attenzione alla grafica e allo stile espositivo. La Società presenta inoltre il Bilancio di Sostenibilità redatto secondo le linee guida GRI-G4. Punto di forza è la capacità di mostrare come l’azienda crei valore sostenibile attraverso il proprio operato, grazie a un interessante approfondimento sulla qualità del servizio. Complete e ben fatte anche le sezioni dedicate ad ambiente, territorio e dipendenti. Snam ha vinto l’Oscar di Bilancio Società e Grandi Imprese Quotate. Hanno ritirato il Premio Lorenzo Bini Smaghi, Presidente e Carlo Malacarne, Amministratore Delegato.

  • Fondazione Telethon con un Bilancio d’Esercizio completo e ben articolato e con un Bilancio di Missione – introdotto dalla nota metodologica – in cui la grafica è curata ed il linguaggio è semplice. Modello organizzativo e Governance sono illustrati in modo dettagliato. Ampio spazio è dedicato alla destinazione delle risorse erogate con indicazioni di ogni singolo progetto. Fondazione Telethon vince l’Oscar di Bilancio Fondazioni di Origine Bancaria, Fondazioni d’Impresa, Organizzazioni Erogative Nonprofit. Ha ritirato il Premio Francesca Pasinelli, Direttore Generale.

  • Società Reale Mutua di Assicurazioni con un fascicolo di Bilancio che ben espone le informazioni rilevanti, incluse quelle previsionali/strategiche. Il linguaggio espositivo risulta chiaro e ben definita è la tematizzazione scelta dalla Società. Compiutamente descritti i rischi connessi all’attività, chiare e complete le informazioni inerenti le risorse umane e l’attenzione dedicata alla tutela delle minoranze e alla Governance della sostenibilità. Società Reale Mutua di Assicurazioni vince l’Oscar di Bilancio Imprese di Assicurazione Quotate e non Quotate. Ha ritirato il Premio Guido Picca Piccon, Responsabile Amministrazione.

  • Banca Fideuram con un documento apprezzato dai giurati per la elevata qualità dell’informativa. Si distingue per particolare chiarezza la sezione del Bilancio dedicata alla segmentazione del contenzioso e delle passività potenziali. Le informazioni in materia di responsabilità sociale sono complete e articolate e i dati sono ricchi e ben strutturati. Apprezzabile la redazione del Bilancio Integrato, in linea con gli orientamenti correnti in materia. Banca Fideuram ha vinto l’Oscar di Bilancio Grandi Imprese Bancarie, Finanziarie, Quotate e non Quotate. Ha ritirato il premio Matteo Colafrancesco, Amministratore Delegato.

  • DeA Capital con una rendicontazione che dimostra grande attenzione ai contenuti. L’informativa economico finanziaria si distingue per l’elevata qualità, con commenti puntuali ed uno stile espositivo che facilita la lettura. Di particolare menzione è l’utilizzo dei nuovi strumenti digitali con la documentazione disponibile sul web arricchita di contenuti video e immagini che rendono immediata e piacevole la fruizione. DeA Capital vince l’Oscar di Bilancio Medie e Piccole Imprese Bancarie, Finanziarie Quotate e non Quotate. Hanno ritirato il premio Roberto Drago, Vice Presidente De Agostini S.p.A. e Consigliere di Amministrazione di DeA Capital S.p.A. e Manolo Santilli, Chief Financial Officer DeA Capital S.p.A.

  • Zanzar Sistem che ha presentato un documento particolarmente apprezzato per l’accuratezza delle informazioni, la chiarezza e la facilità di lettura. Da evidenziare il capitolo dedicato ai principali rischi ed incertezze a cui è esposta la Società. Nel Bilancio di Sostenibilità, gli aspetti di CSR sono trattati in modo chiaro ed esaustivo, anche in riferimento a un codice etico interno ed agli standards GBS e SA8000. Particolarmente efficace e meritoria l’esposizione dei risultati ottenuti, anche con riferimento ai relativi target. Zanzar Sistem ha vinto l’Oscar di Bilancio Medie e Piccole Imprese non Quotate. Ha ritirato il Premio Angelo L’Angellotti, Presidente.

  • YOOX Group per un bilancio ben strutturato, di agevole consultazione e caratterizzato da notevole chiarezza e completezza dell’informativa economico finanziaria. Informativa prospettica, mission, strategie ed obiettivi sono descritti in modo puntuale. Degna di menzione la struttura del sistema di Corporate Governance, anche con riferimento alla trattazione delle procedure in merito alle operazioni con parti correlate ed all’internal dealing. Accurata e all’altezza delle best practices internazionali, l’informativa sulle politiche e le strategie inerenti la CSR. Yoox Group ha vinto l’Oscar di Bilancio _Medie e Piccole Imprese Quotate. Ha ritirato il premio Silvia Scagnelli, Corporate Development & Financial Communications Director.

  • Save the Children Italia Onlus per un bilancio sociale efficace e completo. Il rigoroso impianto di accountability rappresenta con chiarezza il collegamento tra missione istituzionale, obiettivi strategici, attività ed efficacia degli interventi. Originale è la presentazione delle attività sociali nelle 5 macro aree di intervento (Educazione, Protezione, Salute e Nutrizione, Contrasto alla Povertà e Risposta alle Emergenze) incrociate a matrice con i Paesi – con i relativi investimenti descritti in modo dettagliato – in cui Save the Children opera. Una nota di merito va all’analisi esaustiva della raccolta fondi, completa di indicatori di efficacia ed efficienza. Save The Children Italia Onlus ha vinto l’Oscar di Bilancio Organizzazioni non Erogative Nonprofit. Ha ritirato il Premio Claudio Tesauro, Presidente.

  • Anas che ha presentato, per il secondo esercizio consecutivo, un bilancio integrato ben strutturato e di agevole consultazione. Buone le analisi e i commenti delle informazioni economico finanziarie, l’esposizione dei criteri di valutazione e le informazioni presenti nell’ambito organizzativo e gestionale. La sezione di sostenibilità è stata predisposta in conformità alle linee guida per il reporting pubblicate dal GRI ed è corredata da relazione della società di revisione e da dichiarazione del GRI attestante il possesso dei requisiti del livello di applicazione A+ del report. Anas ha vinto l’Oscar di Bilancio Società e Grandi Imprese non Quotate. Ha ritirato il Premio Pietro Ciucci, Presidente.

  • Gruppo LGH che presenta un Bilancio con una struttura completa e gli argomenti sviluppati in maniera coerente, con particolare menzione per l’analisi economico finanziaria. All’interno della relazione finanziaria sono presenti informazioni sulla sostenibilità, con una buona integrazione tra i due filoni di rendicontazione. Gruppo LGH è stata insignita di una Menzione speciale tra le Medie e Piccole Imprese non Quotate che prendono parte al progetto Elite di Borsa Italiana. Ha ritirato il Riconoscimento l’Amministratore Delegato, Franco Mazzini.


I finalisti dell’edizione 2014



  • Autogrill è risultata Finalista dell’Oscar di Bilancio Società e Grandi Imprese Quotate. Ha ritirato l’attestato di finalista Fabrizio Nardi, Group Administration and Reporting Director.

  • Enel è risultata Finalista dell’Oscar di Bilancio Società e Grandi Imprese Quotate. Ha ritirato l’attestato di finalista Andrea Angelino, Responsabile Amministrazione, Direzione Amministrazione, Finanza e Controllo.

  • Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo è risultata Finalista dell’Oscar di Bilancio Fondazioni di Origine Bancaria, Fondazioni d’Impresa, Organizzazioni Erogative Nonprofit. Ha ritirato l’attestato di finalista Vincenzo Rebba, Consigliere di Amministrazione.

  • Ufficio Pio della Compagnia di San Paolo è risultata Finalista dell’Oscar di Bilancio Fondazioni di Origine Bancaria, Fondazioni d’Impresa, Organizzazioni Erogative Nonprofit. Ha ritirato l’attestato di finalista il Presidente Nanni Tosco.

  • Gruppo Cariparma Crédit Agricole è risultata Finalista dell’Oscar di Bilancio Grandi Imprese Bancarie, Finanziarie, Quotate e non Quotate. Ha ritirato l’attestato di finalista Ariberto Fassati, Presidente.

  • UniCredit è risultata Finalista dell’Oscar di Bilancio Grandi Imprese Bancarie, Finanziarie, Quotate e non Quotate. Ha ritirato l’attestato di finalista Maurizio Beretta, Responsabile Group Identity & Communications.

  • Banca Popolare Etica è risultata Finalista dell’Oscar di Bilancio Medie e Piccole Imprese Bancarie, Finanziarie, Quotate e non Quotate. Ha ritirato l’attestato di finalista Ugo Biggeri, Presidente.

  • CMS S.p.A. è risultata Finalista dell’Oscar di Bilancio Medie e Piccole Imprese non Quotate. Hanno ritirato l’attestato di finalista Elena Salda, Vice Presidente e Amministratore Delegato e Matteo Maresta, CFO.

  • Viasat è risultata Finalista dell’Oscar di Bilancio Medie e Piccole Imprese non Quotate. Hanno ritirato l’attestato di finalista Massimo Getto, Vicepresidente e CFO e Marco Petrone, Corporate Development Viasat Group.

  • Falck Renewables è risultata Finalista dell’Oscar di Bilancio Medie e Piccole Imprese Quotate. Ha ritirato l’attestato di finalista Piero Manzoni, Amministratore Delegato.

  • Sabaf è risultata Finalista dell’Oscar di Bilancio Medie e Piccole Imprese Quotate. Hanno ritirato l’attestato di finalista Alberto Bartoli, Amministratore Delegato e Gianluca Beschi, Chief Financial Officer.

  • Fondazione ACRA-CCS è risultata Finalista dell’Oscar di Bilancio Organizzazioni non Erogative Nonprofit. Ha ritirato l’attestato di finalista Nicola Morganti, Presidente.

COMMENTI

Eventi