/media/post/cuqsrlp/parlamento-italiano.jpg
Ferpi > News > Comunicazione Pubblica e Public Affairs tra le professioni “GOV”

Comunicazione Pubblica e Public Affairs tra le professioni “GOV”

21/05/2018

Si è tenuto nei giorni scorsi a Milano l’Open Day del corso di Laurea Magistrale in Scienze di Governo (Gov). Ad un’illustrazione degli scopi e degli obiettivi formativi da parte della Professoressa Marzia Rosati, coordinatrice del corso di laurea, è seguito un confronto con i rappresentanti di istituzioni, associazioni rappresentative di interessi, think tank ed organizzazioni attive sul territorio lombardo e nazionale al quale ha partecipato anche Ferpi Lombardia, con il delegato Alessandro Papini.

Le professioni Gov rappresentano una realtà sempre più richiesta dal mercato non solo pubblico ma anche privato e per questo le Università si stanno attrezzando nella proposta di corsi di formazione specialistica sempre più specifici e funzionali ai nuovi bisogni delle società moderne.

Se ne è parlato in Università Statale di Milano all’ambito dell’Open Day del corso di Laurea Magistrale in Scienze Politiche e di Governo (Gov) alla presenza del delegato Ferpi Lombardia, Alessandro Papini.

Ad un’illustrazione degli scopi e degli obiettivi formativi del corso di laurea da parte della Professoressa Marzia Rosati, coordinatrice del corso di laurea, è seguito un confronto con i rappresentanti di istituzioni, associazioni rappresentative di interessi, think tank ed organizzazioni attive sul territorio lombardo e nazionale al quale ha partecipato anche Ferpi Lombardia.

"La formazione dei professionisti delle relazioni pubbliche - ha commentato Alessandro Papiniin grado di interagire con la complessità del sistema pubblico, indirizzando le politiche e gestendo i processi relazionali nei confronti di cittadini degli stakeholder rappresenta un valore importante per la crescita non solo del comparto pubblico.

Un sistema Paese in cui imprese, istituzioni, gruppi di interessa e ambiti della rappresentanze e del sociale dialogano in modo virtuoso è senza dubbio uno dei sintomi più significativi di benessere democratico".

Le Pubbliche Amministrazioni italiane si stanno attrezzando ad un prossimo ricambio generazionale che, dopo oltre un decennio di assenza di concorsi, porterà un vento di novità e innovazione anche nel sistema Stato.

E’ il momento giusto - ha concluso Alessandro Papini nel suo intervento - di far partire percorsi di specializzazione rivolti alla classe dirigente del 2025, che avrà il compito di garantire la tenuta non solo economica, ma anche e forse soprattutto identitaria e di visione competitiva di un Paese come il nostro sempre più inserito nella competizione globale”.

Il corso di Laurea magistrale in Scienze Politiche e di Governo (GOV) propone una formazione multidisciplinare progredita nell’ambito delle scienze giuridiche e politologiche, con significative integrazioni di economia, sociologia e storia. Articolato sin dal primo anno in due curricula – “Governance e processi decisionali, istituzioni” e “Tutela dei diritti” - comprende attività formative obbligatorie, attività specifiche del curriculum e attività a libera scelta (tra le quali si segnala il percorso interdisciplinare in Bioetica e Biodiritto e Innovazione tecnologica). Inoltre, grazie a specifiche convenzioni offre stage, laboratori e tirocini utili per entrare nel mondo del lavoro.

GOV è aperto sia alle istituzioni sia al terzo settore, ovvero associazioni e fondazioni in quanto la formazione a tutto tondo prepara gli studenti al mondo del lavoro. I laureati in GOV infatti saranno idonei a ricoprire ruoli di responsabilità sia nei settori di analisi sia in quelli operativi di istituzioni politiche, rappresentative e di governo, imprese private, pubbliche e del terzo settore, organizzazioni internazionali governative e non governative, amministrazioni regionali e degli enti locali, società e aziende private con compiti di gestione di servizi pubblici, società nazionali e multinazionali, centri di ricerca applicata, società di consulenza, autorità indipendenti, associazioni di rappresentanza degli interessi e media pubblici e privati

COMMENTI

Eventi