Ferpi > News > Comunicazione Pubblica: un nuovo aggiornamento sul Gruppo di Lavoro coordinato da Giuliano Bianucci

Comunicazione Pubblica: un nuovo aggiornamento sul Gruppo di Lavoro coordinato da Giuliano Bianucci

28/02/2006

Questa settimana segnala un contributo di Nicoletta Levi sulle attività del Dipartimento della Funzione Pubblica.

Cari amici,sono già una ventina le adesioni al Gruppo di lavoro FerpiPA (Comunicazione Pubblica e Marketing Territoriale) a una settimana dall'avvio. Mercoledì prossimo pubblicheremo l'elenco e ipotizzeremo un calendario dei lavori, anche in collaborazione con la Commissione Aggiornamento Professionale. Nel frattempo chi volesse aderire al gruppo è pregato di comunicarlo. Il questionario e il programma sono pubblicati nella colonna qui a destra, all'interno della sezione Comunicazione Pubblica. Vi ricordo che il primo obiettivo che ci siamo posti è di censire e organizzare le competenze dei Soci FERPI nella PA per consentirci di  strutturare un database delle esperienze e referenze e di avviare un processo per promuovere il know how di cui l'Associazione dispone. E' importante, ai fini della realizzazione del database, che i soci inviino, con il questionario, una presentazione delle proprie esperienze e referenze.Ogni Socio potrà indicare:- le proprie esperienze,- l'area territoriale in cui opera,- le proprie referenze, - l'interesse a partecipare in modo attivo al Gruppo di Lavoro PA,- l'interesse a partecipare a corsi di formazione o a fungere da docente,- la disponibilità a forme di partenariato per l'eventualità di cooperazione tra Soci su progetti da realizzare.A CHI NON LO AVESSE ANCORA FATTO, CHIEDO DI NUOVO DI COMPILARE IL QUESTIONARIO E DI INVIARMELO Dopo la segnalazione di Carlo Mochi Sismondi su ForumPA della scorsa settimana, pubblichiamo oggi un appunto di Nicoletta Levi sul Programma Cantieri e su Urpdegliurp. Cominciamo così a raccogliere le segnalazioni per una libreria condivisa.Ecco l'appunto di Nicoletta:La comunicazione come strumento di tutela di diritti e come opportunità per l'innovazione delle organizzazioni pubblicheE' intorno a questo duplice ruolo della funzione di comunicazione pubblica che si sono concentrati in questi anni due sia le leggi di riforma sia le attività del Dipartimento della Funzione pubblica che, attraverso il Programma Cantieri e il progetto UrpdegliUrp (gestito in partnership con la Regione Emilia-Romagna), ha portato avanti riflessioni, ricerche e attività di sperimentazione sul tema della comunicazione negli enti pubblici.Il programma Cantieri ha concentrato gli sforzi sulla pianificazione della comunicazione, prima con una attività di laboratorio fra amministrazioni esperti e che ha dato orgine a una manuale sulla metodologia di redazione del piano di comunicazione annuale, importante strumento di programmazione delle attività e degli strumenti di comunicazione previsto anche dalla Direttiva Frattini del febbraio 2002; poi con un "cantiere di innovazione" che ha accompagnato decine di amministrazione nella sperimentazione concreta di un piano di comunicazione.Leggi l'articolo " il piano di comunicazione non è un feticcio" pubblicato su www.cantieripa.it e sul sito Ferpi.Scarica il manuale sul Piano di Comunicazione di CantieriIl progetto UrpdegliUrp è la più importante comunità di pratica dei comunicatori pubblici italiani. Il sito della comunità raccoglie schede metodologiche, strumenti, best practices, studi e ricerche, banche dati e informazioni sul mondo della comunicazione pubblica e degli Uffici per le relazioni con il pubblico. Il sito stesso è il risultato di un decennale lavoro di sistematizzazione di conoscenze, esperienze e pratiche di lavoro concretamente agite negli uffici della pubblica amministrazione italiana e circolati tra i partecipanti alla comunità. E' lo spirito collaborativo tipico della comunità che ha consentito al progetto di mettere insieme le risorse per creare un patrimonio di conoscenze condivise.Al Dipartimento della Funzione pubblica e l'Università IULM di Milano si deve la più recente indagine sullo stato di applicazione della Legge 150 del 2000."

COMMENTI

Eventi