Ferpi > News > Create!

Create!

03/05/2012

Creatività ma anche una formula segreta: quella della forza di diffusione delle idee. L'ingrediente per creare campagne in grado di stimolare cascate di condivisioni sui social network. E’ la formula alla base dell’omonimo libro di _Mirko Pallera,_ cofondatore di _Ninja Marketing._

Cosa accomuna le leggende urbane, le storie mitologiche e i video da milioni di click su YouTube? Qual è il segreto per trasformare una semplice idea in un successo straordinario? Sebbene “farlo virale” sia oggi l’ambizione di tutti i creativi e i professionisti del marketing, nessuno finora è riuscito a trovare un metodo per fare di un’intuizione un’idea contagiosa. “Sesso, gattini e cose assurde” non sono più sufficienti per attrarre i potenziali clienti. Per progettare marche e idee vincenti come quelle di T-Mobile, Nike e Apple, è necessario andare più in profondità, comprendere le dinamiche della comunità digitale e le sfumature dell’animo umano.
Mirko Pallera, pioniere del web marketing e cofondatore di Ninja Marketing, si è messo alla ricerca del “santo graal” della comunicazione: l’ingrediente segreto per creare campagne in grado di stimolare cascate di condivisioni sui social network. Ne è nata una formula chiara, utile e semplice, da applicare per progettare il viral-dna di un’idea e ottenere il massimo dagli investimenti utilizzando appieno l’enorme potenziale dei social media.
E’ Create. Creare in inglese ma anche l’acronimo del “segreto della forza di diffusione delle idee. La C sta per catarsi: creare un contenuto che liberi le emozioni. La R è riusabilità: l’idea è contagiosa se si può riutilizzare in modo originale. Ecco perché per esempio Pay for a tweet, pagare un contenuto in cambio della condivisione con il proprio network, è un’idea geniale. La E di emozioni è centrale: pensiamo a Nike come evocazione della vittoria, al marketing non convenzionale di Virgin, all’immaginazione di Apple. Messaggi diretti a cuore. Le marche, oggi, intensificano il senso della vita, quasi fossero religioni. Secondo lo studioso Martin Lindstrom, del resto, brand come Guinness, Ferrari e Harley Davidson stimolano le stesse aree cerebrali attivate da simboli religiosi. Insomma, le emozioni fanno leva su forme psichiche universali che ci attraggono perché rispondono a necessità: quella di esplorare incarnata da Marlboro o Levi’s; quella di innocenza di Hello Kitty. Innocent drink, bevanda di frutta fresca senza conservanti in imballaggi riciclabili, risponde ad un bisogno. Voglio dire che compito del pubblicitario è individuare una tensione sociale: la T di Create. Può farlo con la ‘netnografia’, analisi delle conversazioni in Rete di un gruppo di riferimento. Infine, l’idea virale deve elevare l’uomo e migliorare la società”.

Create!
Progettare idee contagiose (e rendere il mondo migliore)
M. Pallera
Sperling & Kupfer, 2012
pp. 224, 18,00 €

COMMENTI

Eventi