Ferpi > News > Csr: la Cina inizia a conoscerla

Csr: la Cina inizia a conoscerla

13/12/2006

Ci sono almeno cinque buone ragioni per sperare che la Cina, a fronte delle sue innumerevoli manchevolezze, stia iniziando a comprendere che allo sviluppo economico deve corrispondere una profonda attenzione alla sostenibilità e alla responsabilità sociale.

Ethical Corporation pubblica una rassegna delle iniziative di corporate social responsibility in Cina nel 2006.
1- Il governo sta procedendo alla bonifica del fiume Songhua, contaminato dal benzene in seguito a un grave incidente avvenuto in un'industria chimica nella provincia di Jilin il 13 novembre 2005. Il Songhua, situato nel nord-est dello stato asiatico, fornisce l'acqua a circa nove milioni di persone residenti nella città di Harbin e nelle zone periferiche della stessa. Inoltre il governo cinese ha informato quello russo, con il quale condivide il fiume avvelenato, sullo stato dell'inquinamento.
2- Qiu Baoxing, vice ministro dell'Edilizia, ha dichiarato che annualmente vengono realizzati due miliardi di metri quadrati di costruzioni edilizie, cifra che corrisponde all'incirca alla metà di quanto viene edificato in tutto il mondo ogni anno. Questi, sommati ai quaranta miliardi di metri quadrati già esistenti in Cina, mettono a repentaglio lo sviluppo sostenibile del paese. Il Codice di Efficienza Energetica per le Costruzioni Pubbliche è stato emanato dal governo, ora rimane l'oneroso compito di diffonderlo attraverso la nazione.
3-"Safety First"(Prima la sicurezza) è lo slogan coniato dal presidente cinese Hu Jintao, che ha invitato i funzionari governativi a considerare come prima cosa la sicurezza delle persone quando si sviluppano nuovi metodi di produzione per incrementare l'economia nazionale. Jintao sostiene che il progresso economico non può e non deve avvenire a discapito della popolazione e dell'ambiente e che quindi è necessario promulgare regole migliori e adottare una maggiore vigilanza.
4-Le donazioni e la beneficenza hanno subito un vistoso incremento nel 2006. Cathay Pacific Airways per esempio ha effettuato una sostanziosa donazione a 71 enti di solidarietà sparsi per l'Asia. Gli organizzatori della Master Card Community Cup 2006, i club di football e la Camera di Commercio Britannica in Cina hanno annunciato che il ricavato del torneo sarà di 220.000 yuan cinesi. Riconoscimenti ufficiali per l'impegno e la generosità profuse in opere di beneficenza sono stati indirizzati a varie aziende, tra le quali Shanghai Pudong Development Bank, Amway, Ford e Coca Cola.
5- Infine "l'affaire iPod", che ha visto Apple accusata di accettare silenziosamente le cattive condizioni di lavoro dei dipendenti della Foxconn, suo partner locale, al fine di ottenere la produzione di componenti a basso costo. L'azienda di Steve Jobs ha effettuato un'indagine interna e, malgrado sia stata accertata qualche irregolarità, ha di fatto assolto Foxconn.
La speranza che deve accomunare tutto il mondo è che la Cina, che entro il 2009 si prevede diventi lo stato più inquinante e inquinato del globo, intensifichi queste sue politiche di sostenibilità e di responsabilità sociale.
Emanuela Di Pasqua - Totem

COMMENTI

Eventi