Ferpi > News > È veramente possibile comunicare con le sponsorizzazioni?

È veramente possibile comunicare con le sponsorizzazioni?

06/06/2014

Le sponsorizzazioni sono destinate a scomparire o sono indispensabili strumenti di comunicazione? Sarà il tema del corso, organizzato dalla Commissione di Aggiornamento e Specializzazione Professionale di Ferpi e tenuto da _Leonardo Nobler,_ a Roma, lunedì 23 giugno.

Per molto tempo la letteratura scientifica ha sostenuto e operato una differenza tra l’advertising e le sponsorizzazioni, costituita dal fatto che una buona campagna pubblicitaria “racconta una storia” mentre una buona sponsorizzazione “dà visibilità al proprio marchio”. Questo approccio al tema ha senza dubbio consentito una pacifica ed efficace convivenza tra i due strumenti. Anzi, in molti casi, l’integrazione tra gli stessi ha generato interessanti casi di successo.
Oggi però, la generale riduzione degli investimenti non lascia più tanto spazio al sostegno tra diversi strumenti ma, al contrario, impone spesso scelte drammaticamente antitetiche. Le sponsorizzazioni sono dunque definitivamente destinate a scomparire? Per quanto ci riguarda, la risposta è no! Le sponsorizzazioni non servono solo per generare awareness.
Questo è quanto intendiamo dimostrare con il corso Comunicare con le sponsorizzazioni, organizzato dalla Commissione di Aggiornamento e Specializzazione Professionale di Ferpi e tenuto da Leonardo Nobler, lunedì 23 giugno a Roma presso la sede di COM&SPO, elaborato e costruito per mostrare che, lavorando in modo adeguato, è possibile utilizzare le sponsorizzazioni per raggiungere diversi obiettivi di comunicazione e tutti misurabili.
L’idea del corso nasce dall’osservazione delle sponsorizzazioni italiane e dall’analisi di alcuni casi di successo internazionali. Si possono infatti notare molti elementi comuni ma, anche, alcune specificità tipiche del nostro Paese che non sono imputabili esclusivamente ad una “localizzazione” di un metodo condiviso a livello internazionale.
In Italia le sponsorizzazioni sono utilizzate soprattutto per il raggiungimento di alcuni obiettivi specifici di comunicazione. Trascurando completamente alcune caratteristiche tipiche del mezzo che, valorizzate adeguatamente, potrebbero renderlo uno strumento molto più potente ed efficace, in grado di raggiungere con successo target differenti.
L’obiettivo del corso sarà dunque quello di analizzare alcuni casi concreti, evidenziando gli elementi di valore ma anche il potenziale che in alcuni casi non è stato sfruttato completamente.
Una particolare attenzione sarà dedicata alla misurazione dei risultati di una sponsorizzazione. Ragioneremo su come valutare l’efficacia di un progetto nel suo complesso e come entrare più nel dettaglio attraverso l’analisi dell’efficienza dello stesso. Evidenzieremo i fattori critici di successo e gli errori da non ripetere, confrontando casi differenti tra loro.
L’attualità sarà presente con uno spazio dedicato alla discussione del nuovo decreto Cultura e dell’«Art bonus», sulla defiscalizzazione delle sponsorizzazioni e i vantaggi e gli svantaggi che può portare al settore delle sponsorizzazioni culturali.
Uno spazio sarà dedicato all’utilizzo degli strumenti tipici del web, piattaforme social incluse, per estendere i benefici delle sponsorizzazioni nel tempo.
Il Corso si svolgerà il 23 giugno a Roma presso la sede della COM&SPO, la prima agenzia di sponsorizzazioni in Italia, e sarà condotto da Leonardo Nobler che da più di 20 anni è attivo nel settore delle sponsorizzazioni, a livello nazionale ed internazionale.
Al termine della giornata, i partecipanti avranno acquisito le competenze necessarie per costruire un progetto di sponsorizzazione di successo, in grado di generare valore e raggiungere obiettivi misurabili.
Per informazioni ulteriori, costi e iscrizioni contatta casp@ferpi.it

COMMENTI

Eventi