/media/post/5d3vd7c/web-mar-795x512.jpg
Ferpi > News > Esseri sempre più digitali

Esseri sempre più digitali

17/04/2015

Si è appena conclusa a Roma la terza edizione del ciclo Web Marketing & Communication, percorso articolato in cinque incontri, organizzato e promosso dal Master in Economia e Gestione della Comunicazione e dei Media dell’Università Tor Vergata in partnership con Eikon Strategic Consulting e Ferpi, che rientra nell’offerta Formativa CASP 2015.



 




Ha preso il via lo scorso 26 marzo il ciclo di Seminari Web Marketing & Communication, organizzato dal Master in Economia e Gestione della Comunicazione e dei Media dell’Università di Roma Tor Vergata, in partnership con Eikon Strategic Consulting e Ferpi. Il percorso, articolato in cinque diversi incontri dal 26 marzo al 16 aprile, ideato con l’obiettivo di fornire strumenti e conoscenze per comprendere e gestire la comunicazione e il marketing nell’attuale contesto, rientra nell’offerta formativa della Commissione Aggiornamento e Specializzazione Professionale (CASP) di Ferpi, dedicata ai soci ed agli iscritti esterni alla Federazione.

Obiettivi di questi Seminari sono stati quelli di consentire ai partecipanti di acquisire gli strumenti e le competenze utili per elaborare e sviluppare operativamente strategie che garantiscano ai Brand una presenza online dinamica, informativa ed engaging, in linea con le più attuali tendenze del marketing e della comunicazione digitale. Sono stati analizzati approfonditamente case history aziendali attraverso la partecipazione di direttori/responsabili di strutture di marketing e comunicazione. Hanno partecipato al Corso professionisti in aggiornamento sulla comunicazione e nel marketing, manager aziendali, consulenti, studenti di marketing e comunicazione.

L’incontro inaugurale, che aveva come tema i nuovi scenari del Web Marketing e della Web Communication nel passaggio fra marketing tradizionale e marketing innovativo, ha visto avvicendarsi al tavolo dei relatori nomi appartenenti al mondo accademico, della consulenza e di aziende multinazionali, quali Simonetta Pattuglia (Docente di marketing e comunicazione, Direttore del Master in Economia e Gestione della Comunicazione e dei Media, Università di Roma Tor Vergata), Cristina Cenci(Partner Eikon Strategic Consulting Italia e Socia Ferpi), Silvia Cafagna(Head of Online Operations Vodafone Italy), Giampaolo Colletti (Digital Communication Manager Sanofi Italia).

Ad aprire i lavori Simonetta Pattuglia che nella sua introduzione ha inquadrato la tematica oggetto del corso, illustrando come in uno scenario fortemente digitalizzato come quello attuale "il consumatore sia sempre più “il” protagonista dei processi aziendali, in una prospettiva di marketing e comunicazione innovativi, ed in grado di condizionarne le scelte".

Questa rivoluzione apportata dal web pone gli odierni comunicatori e marketer dinanzi a nuove ed importanti sfide in cui le strategie non solo non possono prescindere da una pianificazione web e social ma devono essere pensate e realizzate con una visione di tipo integrato e d’insieme che tenga in considerazione la dimensione multicanale, fino ad arrivare anche all’integrazione multichannel.

L’intervento di Cristina Cenci si è molto focalizzato sul concetto di consum-attore – il crowdhero – e sulle peculiarità del web come arena comunicativa. Seguendo un approccio antropologico, infatti, ha spiegato come il web sia di fatto diventato in breve tempo “un nuovo campo sociale di interazione, costruzione di valore e condivisione di saperi, stili di vita e simboli”. Un’umanità digitale sempre più concreta e determinante nei cambiamenti sia sociali che aziendali. Ai temi dell’ascolto della rete e dell’importanza della misurazione sono stati invece dedicati gli interventi di Paola Aragno (Partner Eikon Strategic Consulting Italia e Socia Ferpi) e Daniele Chieffi (Web Media Relations Manager di ENI e Socio Ferpi). La prima si è principalmente focalizzata sul monitoraggio del web e le metodologie, quantitative e qualitative, quali strumenti a servizio del marketing analitico. “Il web, per i brand”, – ha spiegato – non è una realtà da temere in quanto, se ben ascoltato, monitorato e analizzato in maniera approfondita, può diventare un’enorme ricerca di mercato e, quindi, una risorsa per le proprie strategie di marketing”. A Chieffi, invece, è stato affidato il compito di trattare le tematiche legate alla web reputation ed alle PR online. “In un’epoca di radicali stravolgimenti, come quella attuale, in cui sono completamente mutati gli stakeholder e sono cambiati i pubblici di riferimento, il principale influencer ed opinion leader è solo il pubblico” – ha affermato – “ciascuna organizzazione deve necessariamente comprendere che una notizia sul web è ciò che una persona ritiene rilevante per la propria community. Riuscire a costruire una reputazione positiva, oggi, significa far parlare bene la rete del proprio Brand. Ciò è possibile solo mediante l’ascolto continuo delle istanze ed un’analisi approfondita delle conversazioni online”.

Il Marketing Mix Digitale è stato il tema centrale di un’altra interessante giornata di studio insieme ad Alessandro Dattilo (Giornalista e Storyteller) che dopo aver brevemente ripercorso tutte le fasi evolutive del web, dai primi siti e blog fino ai social media, ha delineato tutti gli aspetti principali, le strategie e le metodologie della Content Creation. Con Andrea Serravezza (Managing Partner & Head of Media BizUP), invece, è stata affrontata la parte tecnico-operativa del Search Engine Marketing e di Search Engine Optimization dei motori di ricerca. Emanuele Mazzi (Product Manager BlogMeter) ha parlato, infine, di come utilizzare ed interpretare i Digital analytics: le strategie da seguire nel posizionamento di un Brand, quando si pianificano le campagne sul web e sui social network/media in particolare, i tools da utilizzare nel monitoraggio e nell’analisi, il ruolo focale del sentiment e il ruolo sempre più dominante dei contenuti audio-visivi.

Altro aspetto – fortemente caratterizzante questi seminari – è stata la presenza di numerosi case study e case history presentati dai diversi manager e professionisti che si sono avvicendati e che hanno permesso ai partecipanti di conoscere realtà di imprese molto diverse tra loro e misurarsi concretamente con le loro esperienze.

Tra questi Silvia Cafagna, che ha illustrato il funzionamento del CRM e di come sia mutata la comunicazione online con la clientela nell’era digitale;Ilaria Catalano (Executive Director Business Operations & Strategy MSDItalia) e Giampaolo Colletti (Digital Communication Manager Sanofi Italia) che hanno affrontato il tema del marketing dei servizi digitali, nello specifico legato al settore della digital e social health; Mariano Tredicini (Brand Strategy & Media – Social Communication & Web Analysis Telecom Italia) che ha focalizzato l’attenzione sul ruolo preponderante che stanno acquisendo i Big Data e sull’attività di Social Caring svolta dalla sua azienda e Luca Visone(Head of Web and New Media Italy, Médecins Sans Frontières) che parlato dell’importanza del ROI nelle campagne sui social media.
Il quinto seminario, si è svolto giovedì 16 aprile e ha concluso il ciclo. E’ stato interamente dedicato allo Storytelling: Nuovo linguaggio e nuova piattaforma relazionale. Sono intervenuti Vittorio Cino (Direttore Public Affairs & Communication Italy at The Coca-Cola Company e Socio Ferpi), che ha presentato Journey, la piattaforma ideata da Coca-Cola che rappresenta un modo tutto nuovo di raccontare il Brand, chiaro esempio di modern storytelling. A seguire Luciana De Laurentiis (Internal Communication Manager Fastweb) ha invece descritto quanto la narrazione possa essere fortemente efficace anche se rivolta all’interno dell’azienda e non solo verso i pubblici esterni. Una nuova Vison, un cambiamento generale che spinge verso la condivisone ed una forte empatia. In conclusione con Francesco Dimitri(Scrittore e Storyteller) si è esplorato lo storytelling da un punto di vista nuovo, diverso e di più ampio raggio, con un particolare focus sullo #storymastering, ossia di come siano sempre più le nostre storie personali a dare forma alla realtà e creare la nostra crowd.

COMMENTI

Eventi