/media/post/rac98pf/feat-laboratorio-analisi.jpg
Ferpi > News > Ferpi premia la miglior campagna di comunicazione sulle malattie rare

Ferpi premia la miglior campagna di comunicazione sulle malattie rare

06/12/2018

Redazione

Scade il 10 gennaio il termine d’iscrizione al Premio OMAR. Ferpi curerà, per la prima volta con una sua rappresentanza in giuria, la sezione dedicata alla migliore campagna di comunicazione sulle malattie e i tumori rari. Quest’anno 20mila euro i premi in palio per le 6 categorie.

È fissato al 10 gennaio 2019 il termine ultimo per potersi iscrivere ed inviare i propri elaborati e le iniziative di comunicazione alla VI Edizione del Premio nazionale Osservatorio Malattie rare – OMaR, dedicato alle malattie e i tumori rari. Quest’anno i premi in palio per le 6 categorie ammonteranno ad oltre 20mila euro.

Dall’anno scorso, il Premio non è riservato solo ai giornalisti, ma si è aperto a tutto il mondo della comunicazione includendo gli autori di campagne social, pubblicitari, fotografi, fumettisti, video maker.

Ferpi curerà, per la prima volta con una sua rappresentanza in giuria, la sezione dedicata alla migliore campagna di comunicazione sulle malattie e i tumori rari.

Da Pier Donato Vercellone, Presidente Ferpi giunge “l’incoraggiamento ai comunicatori a proporre progetti di qualità per ottenere un riconoscimento di alto livello. Non vediamo l’ora di poter scegliere il migliore tra i partecipanti al Premio OMAR tra le campagne di comunicazione o azioni di relazioni pubbliche. E’ sempre stimolante e gratificante sapere di far parte di un mondo, quale quello della comunicazione, che offre infiniti modi di fare rete soprattutto quando si tratta di temi così importanti e delicati come quello delle malattie e dei tumori rari”. 

Organizzato dall’Osservatorio Malattie Rare, la prima ed unica agenzia giornalistica in Italia e in Europa dedicata alle malattie rare e ai tumori rari, il Premio OMaR fin dall’inizio ha incontrato l’appoggio dei più importanti players delle malattie rare: UNIAMO FIMR Onlus, il Centro Nazionale Malattie Rare dell’ISS, Orphanet, Fondazione Telethon, che anche quest’anno confermano il loro impegno.

La proclamazione dei vincitori e l’assegnazione dei premi avverranno in prossimità della Giornata delle Malattie Rare, che si celebra il 28 febbraio 2019, all’interno di un evento serale che si terrà a Roma e che vedrà presenti i partner del Premio, i membri della Giuria, importanti rappresentati delle Istituzioni, le Associazioni pazienti, la stampa e numerosi stakeholder del mondo delle malattie e dei tumori rari.

Come partecipare

I premi in palio in questa VI edizione, per un montepremi di circa 20mila euro, sono i seguenti: premio giornalistico categoria stampa e web; premio giornalistico categoria audio video; premio per la migliore campagna di comunicazione; premio per la migliore divulgazione attraverso foto, illustrazioni o fumetti; premio per la migliore divulgazione attraverso video. Oltre a questi la giuria si riserva il diritto di attribuire un proprio premio aggiuntivo.

Il termine stabilito per l’iscrizione alla VI edizione del Premio OMaR per la Comunicazione sulle Malattie e i Tumori Rari e per l'invio dei materiali è fissato alla mezzanotte del 10 gennaio 2019. Su questo sito è possibile leggere il regolamento e scaricare i moduli per iscriversi al concorso. Sono ammessi a partecipare a questa edizione tutti i lavori pubblicati, diffusi o aperti al pubblico nel periodo compreso tra il 1 gennaio 2018 e il 31 dicembre 2018; i lavori candidati alle categorie “Premio giornalistico stampa e web” e “Premio giornalistico audio/video” dovranno essere stati pubblicati su una testata regolarmente registrata presso il tribunale per la stampa.

In questa edizione sono presenti diversi sponsor nuovi o che seguono e sostengono il Premio da anni: Alnylam, Amicus Therapeutics, Apr, Baxter, Biogen, Celgene, Kyowa Kirin, Pfizer, PTC Therapeutics, Roche,  Sanofi Genzyme, Sarepta, Shire, Sobi, Vertex.

Per consultare il regolamento, clicca qui. 

Per scaricare la scheda di adesione, clicca qui.

COMMENTI

Eventi