/media/post/bdvbpr7/E-learning-Formazione-a-distanza-2-Imc.jpg
Ferpi > News > Formazione: nuovi corsi a dicembre e al via la programmazione 2019

Formazione: nuovi corsi a dicembre e al via la programmazione 2019

26/11/2018

Redazione

Termina un mese ricco di appuntamenti. Ancora corsi in programma per il mese di dicembre e per il prossimo anno.

Con il seminario “Food, Wine & Co. - The Italian Food Experience” a cura di Simonetta Pattuglia e Paola Cambria si è concluso un novembre denso di appuntamenti, ma l'offerta formativa Ferpi non si ferma. Nell'immediato futuro sono in programma le seguenti Giornate formative: “Media Intelligence” - Advanced a cura di Alessandro Cederle; "Crisis Communication" a cura di Daniele Chieffi; “Nuovi linguaggi della comunicazione politica” a cura di Simonetta Pattuglia e Antonio Iannamorelli; “Comunicatori o fundraiser? Quando e come, ruoli e competenze” a cura di Giulia Pigliucci in collaborazione con ASSIF-Associazione Fundraisers; "Agility management. Organizzazione e comunicazione per imprese che si rinnovano" a cura di Daniela Poggio, Direttore Comunicazione Sanofi; “Direttiva sulla privacy: impatti nella comunicazione per imprese e PA” a cura di Fabiana Callai; “La Comunicazione delle Organizzazioni Non Governative” a cura di Letizia Di Tommaso e Marzia Masiello in collaborazione con il Forum del Terzo settore.

Dopo il primo appuntamento "Basic" del 19 novembre, Alessandro Cederle, Responsabile Monitoring dell’Eco della Stampa, curerà la seconda parte "Advanced" del corso dedicato alla “Media Intelligence”, in programma ancora a Milano, il 10 dicembre. Dopo un’introduzione di Alessandro Cederle, interverranno Pietro Biglia, Marketing e Comunicazione dell’Eco della Stampa e Federica Marini, Responsabile Analisi dell’Eco della Stampa. Durante la giornata si affronteranno diversi temi: Cederle introdurrà il Seminario parlando dello scenario attuale e futuro del sistema dei media tradizionali, i relativi cambiamenti, la gestione della reputazione attraverso l'ascolto e una trattazione delle linee guida nell'era dei social network. A seguire, Pietro Biglia affronterà il concetto di monitoraggio attraverso: l'integrazione tra le fonti, l'importanza di grafiche, video, immagini, oggetti, volti e tutto ciò che arricchisce la semplice parola, i canali interni di erogazione - Whatsapp, podcast, ecc. - e la rilevanza del ruolo di sentiment, clustering, abstracting. Con un primo business case, Federica Marini introdurrà il tema dell'analisi tramite: il ruolo della visualizzazione (war room), principi di Barcellona, KPIs e PR Score. Concluderà la giornata Alessandro Cederle con un secondo business case riguardante i nuovi modelli di Media Intelligence, in cui parlerà di: il ruolo disruptive della tecnologia, le marche all'interno della conversazione perpetua, nuovi hub, nuovi mediatori e nuove regole di ingaggio. I destinatari del corso sono i professionisti junior che desiderano intraprendere una carriera all’interno delle PR, ma anche il personale senior, al fine di ampliare e affinare le proprie conoscenze sulla tematica della media intelligence. Sono 100 i crediti altrimenti per la qualificazione professionale.

Il 18 dicembre si terrà il corso dedicato alla “Crisis Communication” a cura di Daniele Chieffi, Head of Digital Communication and Content Factory, Agi in programma a Roma. Quali sono le lezioni da apprendere dalla (mancata) gestione comunicativa di una crisi? Quali sono i processi per governarla? Dalla gestione delle crisi dipende la reputazione e talvolta anche la sopravvivenza delle organizzazioni. È necessario trovare strategie per una campagna di comunicazione vincente, in una realtà così cangiante e disintermediata, dove tutti dialogano direttamente e dove la reputazione è una ricchezza che si costruisce a piccoli passi: ciò avviene attraverso il racconto, la creazione di valore e la cura della relazione con gli utenti. Dopo un’introduzione di Chieffi, interverrà Pier Luca Santoro, Data Media Hub. 

Nei giorni 25 e 26 gennaio 2019, il corso “Nuovi linguaggi della Comunicazione politica” a cura di Antonio Iannamorelli, Direttore Operativo Reti, e Simonetta Pattuglia, Presidente CASP di Ferpi, Docente di Marketing Comunicazione e Media, Direttore Master in Economia e Gestione della Comunicazione e dei Media. Gli ospiti e i relatori che si alterneranno durante la Giornata sono professionisti del mondo della politica, del marketing politico-istituzionale e della comunicazione. Il corso intende approfondire il tema delle istanze comunicative della “nuova politica”. Definire la comunicazione politica non è semplice, tante sono le definizioni che se ne danno, prima tra tutte quella del sociologo Wolton, che la descrive come “lo spazio dove tre attori – uomini politici, giornalisti e opinione pubblica – che hanno la legittimità di esprimersi pubblicamente sulla politica, si scambiano discorsi contraddittori”. Il terreno di incontro di questi tre attori sta cambiando e oggi, secondo il modello pubblicistico-dialogico, la comunicazione politica è sempre più mediatizzata: l’azione dei media e dei social media va infatti ad aggiungersi alle azioni reciproche di politici, organizzazioni e opinione pubblica, mentre i giornalisti e i content creator contribuiscono a co-crearla. Ad assumere un ruolo di maggiore importanza sono quindi i cittadini e gli utenti. Al contrario, secondo il modello mediatico sono i media l’attore principale, in quanto spazio fondamentale di comunicazione e confronto per pubblici ed elettori. Tale spazio è anche punto di contatto tra politici e cittadini, i quali hanno anche altri strumenti per esprimere la propria opinione: lettere, manifestazioni di protesta, social network, leggi di iniziativa popolare, sondaggi e soprattutto il voto. Oltre al corso, il 25 gennaio verrà messo a disposizione di relatori, partecipanti e ospiti uno spazio per attività di networking durante un PR Dinner dedicato. Sono 150 i crediti per la qualificazione professionale dei soci Ferpi.

L'8 febbraio 2019, a Milano si terrà un nuovo corso dal titolo "Agility management. Organizzazione e comunicazione per imprese che si rinnovano" a cura di Daniela Poggio, Direttore Comunicazione Sanofi, con l'intervento dei relatori: Eric-Axel Zimmer, O.D. Strategic Designer & Facilitator e CEO di Fabric, Russel Watts, Executive Coach & Organisational Consultant, Professore Aggiunto Georgetown University, Professore Aggiunto Università Bocconi. Il corso tratterà le emergenti teorie di organizzazione aziendale che si basano sulla ridefinizione di ragion d’essere (purpose) e ruoli e modalità di lavoro all’interno di una società, così come di un team. TEAL, Holacracy, Sociocracy, Scrum - per citarne alcune - adottano una struttura circolare, superando il concetto di struttura piramidale, rendendosi quindi più flessibili e capaci di rispondere ai grandi cambiamenti globali. Durante la Giornata si parlerà di come questi nuovi approcci richiedano un maggiore livello di fiducia e intelligenza emotiva, strumenti di comunicazione digitale e come tutto ciò conduca ad un processo narrativo e di storytelling più autentico. Sono 100 i crediti previsti per la qualificazione professionale

Per informazioni più dettagliate e iscrizioni: casp@ferpi.it

 

COMMENTI

Eventi