Ferpi > News > I Public Affairs: nono modulo del Master in Relazioni Pubbliche d'Impresa

I Public Affairs: nono modulo del Master in Relazioni Pubbliche d'Impresa

08/06/2004
Master in Relazioni Pubbliche d'Impresa 2004 9° Modulo "I Public Affairs"4 – 5 giugno 2004DOCENTE RESPONSABILEProf. Stefano RolandoIl programma

Introduzione al modulo
Definizione, obiettivi, strumenti e caratteristiche dei Public Affairs
Profili deontologici e culturali dei Public Affairs
Relazioni con il sitema istituzionale nazionale: il caso Italtel, A. Ferrari , past Public Affairs manager di Italtel
Public Affairs ed emergenze ambientali: il caso di Scanzano Ionico, M. Masneri, Civicom
Conclusioni del modulo
Perimetro professionale delle Relazioni IstituzionaliPer parlare di Public Affairs al nono modulo del Master in RP d'Impresa, è intervenuto Stefano Rolando, professore associato di economia e gestione dell'impresa presso l'Università IULM. Dopo una breve presentazione del programma, il docente ha definito le Relazioni Istituzionali: un servizio specialistico delle RP volto a instaurare e mantenere relazioni tra le organizzazioni e le istituzioni pubbliche. L'obiettivo di tale servizio è quello di informare i decisori pubblici per ottenere il riconoscimento di un interesse legittimo. Si tratta perciò di creare un dialogo, ha precisato il docente, tra il sistema economico e sociale che promuove interessi privati e il sistema pubblico, che non ha solo funzioni di controllo ma anche di promozione dello sviluppo di un Paese. Il ruolo del professionista di RP è quello di contribuire a creare e a mantenere un rapporto di sinergia tra il sistema pubblico e quello privato al fine di contribuire alla crescita delle organizzazioni e allo sviluppo della società. Il docente ha quindi distinto gli attori del sistema in quattro categorie: portatori di interessi, mediatori, istituzioni pubbliche e pubblici influenti. Il docente ha poi esplicitato quali sono i principali valori di riferimento nella dinamica della relazione tra questi attori e in generale tra pubblico e privato. L'ambito di azione in questo campo delle RP può essere molto vasto, poiché i portatori di interesse che comunicano con le istituzioni pubbliche sono numerosi. Oltre alle imprese, vi sono infatti anche gli stessi enti pubblici (comunicazione inter-istituzionale) e le associazioni pubbliche e private. Un ambito particolare dei Public AffairsIn seguito il docente ha illustrato le peculiarità di un ambito dei Public Affairs: l'attività di lobbying. Quest'ultima ha l'obiettivo di informare e orientare la decisione pubblica in relazione a una specifica norma legislativa le cui decisioni possono avere conseguenze dirette sull'attività delle organizzazioni. Attraverso lo sviluppo di contatti personali diretti con i decisori o indirettamente attraverso pubblici influenti, il lobbysta può orientare la decisione in favore dell'interesse rappresentato. L'attività di lobbying, ha precisato il docente, rappresenta oggi una delle attività di comunicazione più utilizzate dall'associazionismo per la promozione e il riconoscimento di valori e diritti.Profilo professionale e modelli organizzativiQual'è il profilo professionale ideale del professionista che si occupa di Relazioni Istituzionali? Innanzitutto dovrà avere competenze comunicazionali, capacità di analisi e di interpretazione del contesto, cultura della mediazione, capacità di rappresentare e argomentare i propri interessi e infine competenze giuridico-amministrative. Quest'ultima caratteristica è fondamentale, poiché attraverso la conoscenza dei meccanismi di funzionamento delle istituzioni nazionali e sovranazionali la comunicazione potrà raggiungere una maggiore efficacia. A conclusione della giornata del venerdì il docente ha voluto illustrare quali sono le connessioni tra la funzione Relazioni Istituzionali e i modelli organizzativi delle Relazioni Esterne.Relazioni Istituzionali aziendali e un caso complesso di Public AffairsLa mattinata del sabato è stata dedicata a due testimonianze nel campo dei Public Affairs.  Alessandro Ferrari, past Public Affairs manager di Italtel, ha illustrato l'attività delle Relazioni Istituzionali in Italtel dopo il cambiamento da azienda di Stato a competitor internazionale. L'ospite ha concluso parlando delle nuove prospettive delle Relazioni Istituzionali, sempre più legate ai rapporti con le istituzioni sovranazionali e ai progetti di e-government della pubblica amministrazione.Michele Masneri, ricercatore di Civicom, ha invece illustrato le dinamiche di Public Affairs che si sono sviluppate intorno alla vicenda del deposito di scorie nucleari di Scanzano Ionico. L'ospite ha spiegato come è evoluta la vicenda, chi erano gli attori coinvolti e le azioni da loro realizzate. L'analisi ha evidenziato  quali sono stati i tre errori fondamentali compiuti dagli attori in gioco: la mancata informazione preventiva alla popolazione locale e nazionale, lo scarso coinvolgimento della stessa alle decisioni e la mancata offerta di incentivi compensativi.

COMMENTI

Eventi