Ferpi > News > Il blog è un lavoro

Il blog è un lavoro

23/11/2006

L'Economist torna sul fenomeno blog, ma questa volta parla di una categoria di diari online un po' di nicchia: quel 7 per cento della blogosfera che vuole soprattutto fare soldi.

Se il blog diventa un lavoro, non è solo perchè il tempo impiegato ad aggiornarlo e a renderlo interessante raggiunge cifre non indifferenti e un peso rilevante nell'economia della giornata, ma anche perchè può procurare profitti stabili e importanti. Chi se ne avvede è ancora una minoranza, solo il 7 per cento di una blogsfera che conta oggi circa 57 milioni di esemplari. Come si guadagna, è chiaro: attraverso la pubblicità.Ci sono i blog esplicitamente lavorativi, come tutti quelli relativi a riviste e magazine che si appoggiano alla rete per amplificare il loro business e scelgono il formato del diario, e quelli che invece sono delle attività economica nascoste sotto mentite - o almeno dissimulate - spoglie. "Mom and pop blog", così li chiama l'Economist, diari online curati e accattivanti che, dopo aver avuto la capacità di costruirsi attorno un pubblico stabile, vendono spazi alla pubblicità e guadagnano in questo modo cifre rilevanti. Tutto ciò è possibile grazie alle infrastrutture che si stanno consolidando attorno a questo mondo e che lo sostengono in tutte le sue dinamiche. Come funghi, spuntano nuove aziende che si aggiudicano vari pezzetti di quei meccanismi che garantiscono il funzionamento globale dei nuovi business. Imprenditori che, ad esempio, si fanno carico sia di rappresentare il proprietario del blog presso i pubblicitari, sia della gestione degli spazi, riservando per se stessi il 40 per cento delle entrate messe assieme. 
Un esempio di blog-lavoro? Heather Armstrong, una giovane donna sposata con prole: è diventata la lavoratrice più redditizia del suo nucleo familiare proprio grazie al blog che gestisce, il quale conta 1 milione di visitatori al mese e che le porta via circa 7 ore al giorno di lavoro. "Ma non è facile - avverte la Armstrong - io ho impiegato 5 anni ad assicurarmi un solido gruppo di lettori, e un bel po' di notti in bianco". 
Serena Patierno - Totem

COMMENTI

Eventi