Ferpi > News > La nuova Commissione Europea 2009-2014

La nuova Commissione Europea 2009-2014

27/11/2009

Conoscere nomi e funzioni dei commissari della UE è indispensabile per tutti quei relatori pubblici che fanno attività di lobby europea o rappresentano interessi a Bruxelles, ma è anche una necessità di chi costruisce mappe di stakeholder e influenti. Ecco quelli dei Commissari della nuova Commissione europea che resterà in carica fino al 2014.

Il presidente della UE Barroso ha reso noti i nomi e i portafogli dei nuovi Commissari europei che resteranno in carica fino al 2014. Conoscerli è una delle priorità di chi fa attività di Relazioni Pubbliche, perché i Commissari rappresentano – tra i decisori pubblici – alcune delle figure più importanti.


Ora il nuovo collegio si prepara per l’approvazione finale di Parlamento europeo e Consiglio, prevista per gennaio 2010. Il Commissario nominato dall’Italia Antonio Tajani sarà vicepresidente e responsabile all’industria e imprenditoria.


La nuova Commissione avrà 7 vicepresidenti, di cui tre donne, inclusa Catherine Ashton che sarà anche Alto rappresentante per le Relazioni esterne, in seguito all’entrata in vigore del Trattato di Lisbona, martedì prossimo 1° dicembre. Gli altri vicepresidenti saranno Reding, Almunia, Kallas, Kroes, Tajani e Šefčovič. In totale ci saranno nove donne Commissario su 27. 14 membri della Commissione, incluso il Presidente, sono riconfermati.


Ci sono delle importanti novità. Alcuni portafogli sono nuovi: Clima, Affari Interni, Giustizia, Diritti Fondamentali e Cittadinanza. Altri sono stati ridefiniti: Educazione, Cultura, Multilinguismo e Gioventù; Salute e Consumatori; Industria e Imprenditoria; Ricerca e Innovazione; Cooperazione Internazionale, Aiuti Umanitari e Risposta alle Crisi. C’è nuova enfasi sul concetto di Inclusione nel portafoglio Occupazione, Affari Sociali e, appunto, Inclusione, e sull’Agenda Digitale.


Le priorità per la nuova Commissione sono quelle indicate dal Presidente Barroso a settembre. Il punto di partenza è il rafforzamento del ruolo dell’UE di fronte alle questioni globali. Le sfide principali sono:



Rilanciare la crescita economica oggi e assicurare sostenibilità e competitività nel futuro
Lotta alla disoccupazione e rafforzamento della coesione sociale
Porre la sfida dell’Europa sostenibilie a vantaggio della competitività
Garantire la sicurezza dei cittadini europei
Rafforzare la cittadinanza europea e la partecipazione



Lista completa dei Commissari designati e delle relative competenze:



Joaquín ALMUNIA (Spagna): Concorrenza
László ANDOR (Ungheria): Occupazione, Affari Sociali e Inclusione
Catherine ASHTON (Gran Bretagna): Alto Rappresentante dell’UE per gli Affari Esteri e la Sicurezza
Michel BARNIER (Francia): Mercato Interno e Servizi
Dacian CIOLOS (Romania): Agricoltura e Sviluppo Rurale
John DALLI (Malta): Salute e Consumatori
Maria DAMANAKI (Grecia): Affari Marittimi e Pesca
Karel DE GUCHT (Belgio): Commercio.
Štefan FÜLE (Repubblica Ceca) : Allargamento e Politica di vicinato
Johannes HAHN (Austria): Politica Regionale
Connie HEDEGAARD (Danimarca): Clima
Maire GEOGHEGAN-QUINN (Irlanda): Ricerca e Innovazione.
Rumiana JELEVA (Bulgaria): Cooperazione Internazionale, Aiuto Umanitario e Risposta alle Crisi
Siim KALLAS (Estonia): Trasporti
Neelie KROES (Olanda): Agenda Digitale
Janusz LEWANDOWSKI (Polonia): Budget e Programmazione Finanziaria.
Cecilia MALMSTRÖM (Svezia): Affari Interni
Günter OETTINGER (Germania): Energia
Andris PIEBALGS (Lettonia): Sviluppo
Janez POTOČNIK (Slovenia): Ambiente
Viviane REDING (Lussemburgo): Giustizia, Diritti Fondamentali e Cittadinanza
Olli REHN (Finlandia): Affari Economici e Monetari
Maroš ŠEFČOVIČ (Slovacchia): Relazioni Interistituzionali e Amministrazione
Algirdas ŠEMETA (Lituania): Tassazione e Unione Doganale, Audit e Antifrode
Antonio TAJANI (Italia): Industria e Imprenditoria
Androulla VASSILIOU (Cipro): Educazione, Cultura, Multilinguismo e Gioventù

COMMENTI

Eventi