Ferpi > News > La UE lancia il progetto per l'Alfabetizzazione mediatica

La UE lancia il progetto per l'Alfabetizzazione mediatica

15/01/2008

La provocazione di Muzi Falconi: E se si promouvesse anche l'alfabetizzazione delle relazioni pubbliche per aiutare le gente a decifrare le nostre attività?

La Commissione europea ha annunciato un piano per promuovere fra i cittadini una ‘'alfabetizzazione mediatica'', cioè la capacità di analizzare criticamente quello che essi trovano nei media e per fare delle scelte più informate.
In un'era digitale, " l'alfabetizzazione mediatica è cruciale per raggiungere una cittadinanza piena ed attiva'', ha commentato Viviane Reding, la commissaria europea per l' informazione e i media. ‘'La tradizionale alfabetizzazione non è più sufficiente in questa fase storica. La gente ha bisogno di una sempre più grande coscienza di come poter esprimere se stessi concretamente e di come interpretare quello che gli altri stanno dicendo, specialmente nei blog, attraverso i motori di ricerca o nella pubblicità'', ha aggiunto.
A questa iniziativa fa eco la proposta di Toni Muzi Falconi: <E se si promouvesse anche l'alfabetizzazione delle relazioni pubbliche per aiutare le gente a decifrare le nostre attività?>
Il programma della Commissione punta su tre aree: capacità mediatica sul piano della comunicazione commerciale, in particolare per le questioni della pubblicità; settori audiovisivi, anche per accrescere la consapevolezza del cinema europeo e rafforzare le capacità creative; contenuti online.
L'alfabetizzazione mediatica riguarda tutti i mezzi di comunicazione: dalla televisione al cinema, dalla radio alla musica, dalla stampa ai videogiochi, senza tralasciare naturalmente Internet e le altre nuove tecnologie di comunicazione digitale. Dato che le nuove tecnologie permettono praticamente a chiunque di creare e diffondere contenuti multimediali, oggi, come mai prima d'ora, siamo letteralmente sommersi da informazioni e contenuti disponibili sulle reti a banda larga. Per questo motivo la società mondiale dell'informazione on-line non può prescindere da persone che dispongano delle conoscenze e competenze necessarie per estrapolare significati dai messaggi mediatici.
Tutti gli Stati membri e la maggior parte dei settori industriali fanno fronte a grandi sfide ed opportunità. Per questo l'Unione europea si impegna ad aiutare gli Stati membri a condividere le migliori pratiche e a progredire in materia di politica sociale e dell'occupazione e nel settore dell'istruzione, nonché a riunire le risorse europee per sviluppare tecnologie avanzate e contenuti e servizi di prim'ordine in ambito didattico.
leggi qui tutto il progetto (in inglese)

COMMENTI

Eventi