Ferpi > News > L'etica nelle relazioni pubbliche, anche Prima Comunicazione recensisce il testo di Patricia Parsons

L'etica nelle relazioni pubbliche, anche Prima Comunicazione recensisce il testo di Patricia Parsons

27/09/2005

Dal giornale in edicola un commento di Daniele Scalise

Quando qualcuno parla di regole e di etica tremo. Tremo perché temo i cammuffamenti e il moralismo invece della morale. Eppure leggendo con attenzione il testo di Patricia J. Parsons sull'etica nelle relazioni pubbliche si ha la precisa sensazione che questo libro sia autenticamente utile non perché costituisca una sorta di decalogo ma perché pone sotto microscopio problemi veri come quelli appunto che riguardano il comportamento che sarebbe sensato mantenere nelle relazioni pubbliche oggi affidate nella migliore delle ipotesi al buon senso o al buon cuore di questo o di quello. La scrittura è dritta, semplice, molto comprensibile ma per nulla ingenua. L'autrice conosce bene i trucchi (o quelli che lei chiama "i guai") delle regole che spesso entrano in contraddizione con se stesse, o sono interpretabili e sfuggenti, o sono mutevoli rispetto al contesto. E conclude: "Anche se ci definiscono persuasori, spin doctors o peggio, noi professionisti sappiamo quali sono i nostri doveri. Ora spetta a ciascuno trovare il modo di rispettarli".Daniele Scalise - Prima Comunicazione - Settembre 2005Per maggiori informazioni sul libro di Patricia Parsons: la recensione di Ferpi

COMMENTI

Eventi