Ferpi > News > Lobby: le sette sorelle americane

Lobby: le sette sorelle americane

10/05/2005

Da una recente classifica di USA Today un articolo di Fabio Ventoruzzo.

USA Today ha recentemente stilato una classifica delle lobbies che spendono ognuna dai 100 ai 200 milioni di dollari annui per fare pressione sulle varie istituzioni americane (Congrsso, governo, Senato, eccetera).Questi sforzi vengono solitamente compiuti per cercare di argomentare e tutelare i propri interessi, anche - e forse soprattutto - a scapito delle posizioni dell'Unione Europea - e dei suoi membri - e di altre partner, commerciali e non.Ecco, secondo il medium americano, il podio delle più potenti lobby:1) National Rifle Association: la potentissima associazione (cui fanno parte anche numerossissimi attori hollywoodiani) degli americani possessori di armi;
2) American Association of Retired People: l'associazione dei pensionati (!!!)
3) American Israel Public Affairs Committee: la comunità ebrea americanaSeguono in ordine di investimento (già tradotte per facilità di comprensione):
4) Camera di Commercio;
5) Società di ricerca e produzione farmaceutiche;
6) Federazione nazionale degli uomini d'affari;
7) Confederazione Afl-Cio: sigla sindacale unitaria che raggruppa numerose rappresentanze professionali di settore che pressa per promuovere nuove leggi federali  - di chiaro stampo protezionistico - a difesa dell'economia interna.Fabio Ventoruzzo

COMMENTI

Eventi