Ferpi > News > Lobbying: l'iter normativo riparte da Firenze

Lobbying: l'iter normativo riparte da Firenze

03/10/2014

La trasparenza sarà al centro del dibattito _Regolamentazione dell’attività di Lobbying,_organizzato dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, in programma sabato 4 ottobre nel capoluogo toscano. Ospite d’eccezione del vice ministro _Riccardo Nencini_ sarà _Tony Podesta_ che interverrà sul tema insieme a _Luca Lotti_ e _Maria Stella Gelmini_ e ne discuterà con _Patrizia Rutigliano, Simone Bemporad, Ralph Fassey, Simone Crolla, Gianni Bonini_ e _Giuseppe Romei._

“Stiamo lavorando a un quadro di regolamentazione che renda ‘trasparente’ la partecipazione dei portatori di interesse nei processi decisionali. Penso all’istituzione di un pubblico registro di iscrizione delle lobby con il quale verranno fissati anche criteri oggettivi per la registrazione. L’idea è quella di dare la possibilità a tutti gli operatori di essere messi alla pari in partenza, di poter contribuire ai processi normativi senza che ci siano dei privilegi nel meccanismo di scambio e accesso di informazioni tra lobby e decisori pubblici”. Lo ha detto il vice ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Riccardo Nencini, presentando il convegno Regolamentazione dell’attività di Lobbying, che si terrà sabato 4 ottobre alle 11.00 a Firenze presso il Palazzo Medici Ricciardi (Via Cavour, 1).
Ospite d’eccezione del vice ministro Nencini sarà Tony Podesta, il Re dei lobbisti – come lo ha definito il settimanale americano NewsWeek – fondatore di Podesta Group, una delle più importanti agenzie di Lobbying presenti negli Stati Uniti, che terrà in apertura il suo keynote speech su Lobbying, il modello americano.
L’introduzione del dibattito è affidata a Chiara Moroni, Public Affairs Noesis Communication. Interverrano: Riccardo Nencini, vice ministro alle Infrastrutture e Trasporti, Luca Lotti, Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Maria Stella Gelmini, vice presidente Gruppo parlamentare FI. Ne discutono: Patrizia Rutigliano, Presidente Ferpi, Simone Bemporad, Direttore Comunicazione e Relazioni Esterne Gruppo Generali, Ralph Fassey, AD Lundbeck Italia, Simone Crolla, Consigliere Delegato American Chamber of Commerce in Italy, Gianni Bonini, Delegato italiano Centro Internazionale Alti Studi Agronomici Mediterranei, Giuseppe Romei, Associazione Il Chiostro. Modera: Claudia Fusani, giornalista de L’Huffington Post.
Secondo Podesta è necessario gestire con determinazione il rapporto tra la politica e il denaro che, in una sua definizione, “is like water” e aggiunge: “Trasparenza e responsabilità sono il minimo dovuto ai cittadini nel rapporto tra politica e denaro”. Negli USA il tema del finanziamento privato alla politica è cambiato negli anni. Oggi resta il limite di quanto un candidato politico può ricevere direttamente, ma recentemente la Corte Suprema ha concesso il finanziamento illimitato a organizzazioni private che sono funzionalmente indipendenti dai partiti e che fanno campagne su temi politici specifici come sanità, ambiente o fisco.
“Come associazione dei relatori pubblici italiani abbiamo il dovere di offrire al sistema politico ed istituzionale spunti, informazioni e dati su cui fondare le nuove policy; partecipare, per quanto di competenza, al vasto processo delle riforme che riteniamo fondamentali per il nostro settore e il nostro Paese è un obiettivo professionale”, ha commentato il Presidente Ferpi, Patrizia Rutigliano.

COMMENTI

Eventi