Ferpi > News > L'Oscar di Bilancio si è fatto in otto: conferma la sua tradizione di laboratorio permanente di conf

L'Oscar di Bilancio si è fatto in otto: conferma la sua tradizione di laboratorio permanente di conf

23/11/2006

I vincitori saranno proclamati nel corso della cerimonia di premiazione prevista per mercoledì 29 novembre, presso la sede di Borsa Italiana a Milano.

22 finalisti per otto Oscar. La giuria dell'Oscar di Bilancio in seduta plenaria, presieduta dal Magnifico Rettore dell'Università Bocconi Prof. Angelo Provasoli, ha definito i 22 finalisti dell'edizione 2006 dell'Oscar di Bilancio elaborando le segnalazioni giunte dalle Commissioni preposte. Sta quindi arrivando a compimento il complesso lavoro per l'assegnazione dei premi: un percorso di confronto e studio che si concluderà la sera del 29 novembre con la proclamazione dei vincitori. L'Oscar quest'anno si è fatto in otto perché ogni singola categoria merita il massimo riconoscimento. Saranno così assegnati: L'Oscar di Bilancio Imprese di Assicurazioni; l'Oscar di Bilancio maggiori e Grandi Imprese Bancarie, Finanziarie; Oscar di Bilancio medie e Piccole Imprese; Oscar di Bilancio medie e Piccole Imprese Bancarie, Finanziarie; Oscar di Bilancio Organizzazioni Centrali e territoriali delle Amministrazioni Pubbliche; Oscar di Bilancio Organizzazioni Non Profit; Oscar di Bilancio Società e Grandi Imprese; Oscar di Bilancio Governance Societaria. I bilanci finalisti sono tutti caratterizzati da un estremo rigore e trasparenza. Spicca soprattutto il cammino svolto: anche quei bilanci che già nelle precedenti edizioni dell'Oscar avevano meritato le nomination risultano migliorati rispetto all'anno precedente. Questo continuo processo di miglioramento è il segno più distintivo di come la stesura attenta dei bilanci aiuti a promuovere e a mettere a fuoco l'identità di ciascuna organizzazione migliorandone anche l'efficienza. L'Oscar è un laboratorio partecipato: chi aderisce al suo spirito è disposto a mettersi in gioco e a perfezionare incessantemente i propri meccanismi di rendicontazione economica, le relazioni con gli stakeholder e gli stessi meccanismi di Governance. Lo dimostra anche la partecipazione delle organizzazioni vincitrici degli scorsi tre anni, nonostante siano per regolamento escluse dalla competizione, i cui bilanci hanno comunque svolto il ruolo di benchmark.I 22 finalisti
Per l'Oscar di Bilancio Imprese di Assicurazioni i finalisti sono:


Assicurazioni Generali

Fondiaria Sai S.p.A

Toro Assicurazioni S.p.A
Iloro bilanci si sono qualificati anche perché testimoniano un costante impegno verso il dialogo con gli stakeholder e gli aspetti sociali dell'attività dei Gruppi.
I finalisti dell'Oscar di Bilancio maggiori e Grandi Imprese Bancarie, Finanziarie sono:


Banca Monte dei Paschi di Siena

Banca Popolare Di Verona e Novara

Banche Popolari Unite
I bilanci finalisti non sono solo completi e trasparenti, ma rivelano una continua attenzione alla qualità dell'informativa fornita che si realizza anche approfondendo alcuni aspetti come la gestione dei rischi e la transizione agli IFRS o con attenti riferimenti al bilancio sociale. 
Per l'Oscar di Bilancio medie e piccole Imprese sono stati selezionati come finalisti:


Box Marche S.p.A

Filca Cooperative

Monnalisa S.p.A
che hanno realizzato bilanci chiari e completi spesso accompagnati da approfondimenti interessanti come un'analisi del capitale intellettuale realizzata secondo un approccio quali-quantitativo o informative socio-ambientali.
I finalisti dell'Oscar di Bilancio medie e piccole Imprese Bancarie, Finanziarie sono:


Banca di Credito Cooperativo Colli Morenici del Garda;

Banca Popolare di Puglia e Basilicata

Hypo Alpe Adria Bank Spa
che hanno presentato bilanci chiari, completi e leggibili con una forte attenzione alla loro diffusione in uno sforzo particolarmente apprezzabile per organizzazioni di queste dimensioni.
Nell'Oscar di Bilancio Organizzazioni Centrali e territoriali delle Amministrazioni Pubbliche i finalisti sono:


Azienda Servizi Sociali di Bolzano

Comune di Brescia

Regione del Veneto
Gli enti pubblici finalisti si sono distinti per la loro attenzione verso gli stakeholder che in alcuni casi sono stati coinvolti attivamente nel processo di stesura dei bilanci stessi. Quest'ultima categoria negli ultimi tre anni si è distinta per avere espresso una evidente evoluzione verso la qualità dell'informativa.
L'Oscar di Bilancio Organizzazioni Non Profit annovera i seguenti finalisti:


Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo

Fondazione Vodafone Italia

Forum Solidarietà Centro Servizi Volontariato in Parma

Ucodep Onlus.
Questi bilanci eccellono per la capacità di comunicare identità e scopi dell'organizzazione, e illustrano anche le ragioni delle scelte sul campo effettuate da ciascun ente.
I finalisti dell'Oscar di Bilancio Società e Grandi Imprese sono


AEM Torino S.p.A

Autogrill S.p.A

FIAT S.p.A.
Tutti i bilanci presentati hanno evidenziato un'informativa chiara e trasparente, ma i tre finalisti spiccavano per la cura realizzata in approfondimenti particolari come quelli relativi alla Governance o al Rapporto sul Capitale Intellettuale.
La novità di quest'anno, l'Oscar di Bilancio Governance Societaria, non ha finalisti, ma solo il vincitore che sarà proclamato nella serata finale. La Giuria ha voluto così accompagnare con una maggiore suspence questo Oscar che conferma la tradizione di laboratorio del Premio: essere testimone e protagonista dei cambiamenti e delle nuove esigenze della comunità finanziaria italiana.
I vincitori degli otto Oscar di Bilancio 2006 saranno comunicati durante la cerimonia di premiazione aperta al pubblico, che sarà come tradizione preceduta da una Lectio magistralis offerta da un testimone di livello internazionale su un argomento oggi al centro del dibattito politico-finanziario. Per focalizzare meglio il tema "Governance", William J. McDonough, che è stato Presidente della Public Company Accounting Oversight Board - la società creata dalla legge Sarbanes-Oxley Act per monitorare i revisori delle società pubbliche - illustrerà gli effetti che questa legge ha avuto sulle società private nel contesto statunitense e soprattutto in quello internazionale.Appuntamento dunque alla Cerimonia di Premiazione dell'Oscar di Bilancio 2006, mercoledì 29 novembre 2006, ore 17.30, Borsa Italiana, Palazzo Mezzanotte Piazza Affari 6, Milano.Scarica qui l'invitoScarica qui il programma

COMMENTI

Eventi