/media/post/5cl7bu8/nation-branding-796x512.png
Ferpi > News > Nation Branding: gestione dell’immagine - Paese

Nation Branding: gestione dell’immagine - Paese

17/07/2015

Gestione manageriale dell’immagine- Paese ed applicazione degli strumenti e dei saperi del branding saranno i temi al centro del corso promosso dalla CASP di Ferpi, in programma per il 30 ottobre a Roma.

Nell’ottica della convergenza dei saperi e degli strumenti sempre più presente nel mondo della comunicazione, del marketing e delle relazioni pubbliche, negli ultimi anni sta emergendo come i processi di branding possano essere applicati non solo ai beni e ai servizi ma anche a località, destinazioni turistiche, Paesi e Nazioni.

Sebbene a una prima lettura il Nation Branding possa essere visto come una semplice attività turistica e promozionale, in realtà esso non si occupa solo della creazione di un’immagine-paese a scopi pubblicitari, ma al contrario incorpora una strategia di lungo periodo che può fungere da moltiplicatore nei vari settori del tessuto economico.

Esso costituisce pertanto un’attività che coinvolge discipline e professionalità differenti, che devono saper conciliare e convogliare la multidimensionalità della natura stessa di impresa e nazione e la molteplicità degli stakeholder coinvolti, al fine di implementare un nation brand management che vada oltre i confini della campagna di comunicazione – separata dalla pianificazione, dal governo e dallo sviluppo economico - e si configuri come una vera e propria policy nazionale.

Ad ulteriore riprova della multidimensionalità della gestione dell’immagine-paese, proviamo a pensare al numero e alla natura delle associazioni che si creano nella mente dei potenziali clienti/fruitori, generate ad esempio da esperienze personali (viaggi per lavoro o vacanza), passaparola, comportamento degli individui, qualità dei marchi che lo contraddistinguono e perfino visione di film o lettura di libri ambientati in quel determinato luogo. Pertanto, è compito essenziale della gestione manageriale capire l’immagine di una nazione per attuare strategie al fine di cambiare le associazioni negative e rinforzare quelle positive. La managerialità implica dunque, oltre alla sinergia di attività e alla visione d’insieme, l’implementazione di sistemi di monitoraggio e controllo, che consentano di misurare la reputazione internazionale attraverso la formulazione e l’utilizzo di appositi indici.

Infine, non può non essere tenuto in considerazione l’apporto dei nuovi media, che per il Nation Branding rappresentano la possibilità di passare dalla classica e pura promozione turistica alla più profonda valutazione e creazione del “mito”, ossia di un luogo da visitare non solo per i paesaggi e le tradizioni che possiede, ma per il lifestyle che esso rappresenta.
 Mostrare in maniera innovativa, targettizzata ed emozionalmente coinvolgente le eccellenze di un Paese, legandole alla storia, all’identità e al carattere intimo del Paese stesso può dunque consentire la creazione nell’immaginario collettivo – straniero, ma talvolta con effetti positivi anche sul pubblico interno – la migliore idea possibile di comunità nazionale.

Appare dunque evidente come l’Italia, notoriamente un Paese ricco di risorse ed attrattive spesso non gestite adeguatamente, possa e debba riposizionare la sua immagine, attraverso la diffusione di una cultura e di una mentalità manageriali in tutti gli operatori dei settori coinvolti. A questo scopo, la Commissione Aggiornamento e Specializzazione Professionale (CASP) di Ferpi propone, all’interno della sua variegata Offerta Formativa, il Corso “Nation Branding: Comunicare l’identità di un Paese”, a cura di Luca Alfieri, Press Officer e Public Relator at Taipei Representative Office in Italy, Antonio Deruda, Consulente e Docente di Comunicazione, strategie online e social media  e Simonetta Pattuglia, Ricercatrice e Docente di Marketing, Comunicazione e Media, Università di Roma Tor Vergata con la partecipazione di illustri professionisti e manager del settore, in programma per il 30 ottobre a Roma.

Il corso darà diritto al riconoscimento di 100 crediti per i Soci in qualificazione.

Per informazioni ed iscrizioni, scrivere a casp@ferpi.it

COMMENTI

Eventi