/media/post/uzz4peq/socie183.png
Ferpi > News > Nuovi soci: Emanuela Boem e Laura Piccioli

Nuovi soci: Emanuela Boem e Laura Piccioli

15/03/2021

Redazione

La community di FERPI si allarga e si arricchisce. Questa settimana si presentano due nuove socie: Emanuela Boem e Laura Piccioli.

Emanuela Boem

Dopo la laurea in Scienze della Comunicazione conseguita a Torino, ho avuto la fortuna di imparare “sul campo” il mestiere della comunicazione d’impresa - dalle media relation al marketing b2b – a Milano in importanti realtà, con grandi insegnanti e circondata da professionisti eccezionali.
Ho così potuto seguire, coordinare e organizzare eventi, attività digital, social e di pubbliche relazioni per pubblici interni ed esterni a società di consulenza aziendale, nei settori finanziario, energy&utilities ed HR.
Iscritta all’Ordine dei Giornalisti grazie a collaborazioni con testate locali, sono oggi Italy Marketing Lead per Quantis, multinazionale leader nell’ambito della consulenza ambientale, e sono entusiasta di contribuire all’obiettivo di supportare le società clienti verso un modello di successo sostenibile per le persone, il pianeta e il business. 

Laura Piccioli

Sono stata per undici anni addetta stampa di Archistar, poi ho capito che nella mia carriera professionale ci sarebbe dovuto essere anche dell’altro: così sono entrata nell’ordinario mondo farmaceutico, con l’obiettivo di renderlo più estroso.

Giornalista pubblicista, attualmente sono responsabile stampa e comunicazione di PQE Group, eccellenza italiana e multinazionale di consulenza nel settore del Life Science, dove, spinta da una forte attitudine per le cause sociali, mi occupo anche di portare avanti i progetti aziendali di CSR.

Nipote di un superstite dei campi di sterminio nazisti, sono consigliera nazionale di ANED – Associazione Nazionale Ex Deportati, di cui da ottobre 2020 presiedo il Consiglio della sezione fiorentina.

Divoratrice seriale di pasta, cleptomane di pasticcini ed amante del buon vino, ho deciso di unire l’utile al dilettevole, tenendo una rubrica food per il mensile “Il Reporter”.

Nel tempo libero di solito corro - e non solo al ristorante come si potrebbe banalmente pensare - ma solo per limitare i miei sensi di colpa e per dare libero sfogo ai miei pensieri e alle mie idee. Il mio motto? Think outside. No box required.

 

 

COMMENTI

Eventi