Ferpi > News > Oscar di Bilancio: il 30 i vincitori

Oscar di Bilancio: il 30 i vincitori

26/11/2009

Il 30 novembre con la cerimonia di premiazione si conclude l’Oscar di Bilancio. Divenuta un appuntamento immancabile per la comunità economico-finanziaria e della comunicazione, vedrà l’assegnazione degli ambiti riconoscimenti. Gherarda Guastalla Lucchini traccia un bilancio dell’edizione 2009 che ha assunto un significato speciale nell’anno della crisi.

Con la cerimonia di premiazione in programma il 30 novembre a Milano si conclude l’edizione 2009 dell’Oscar di Bilancio. Lo storico premio alla migliore comunicazione economico-finanziaria, promosso e gestito da Ferpi, è attributo alle organizzazioni che hanno saputo rendere i loro bilanci strumenti vivi per affrontare le sfide dell’economia, dimostrando che trasparenza, volontà di comunicare e chiarezza della propria mission sono condizioni irrinunciabili per la ripresa. Ventiquattro finalisti per le otto categorie e tre per il Premio Speciale alla Governance Societaria ne fanno un premio di grande attualità che vuole indicare una delle sfide maggiori che deve affrontare il sistema economico italiano.


di Gherarda Guastalla Lucchini
Segretario Generale Oscar di Bilancio


L’Oscar di Bilancio costituisce senza timor di smentita una delle attività più significative del mondo Ferpi. Non è semplice però riuscire a trasmettere in poche parole, a chi magari è diventato socio da poco o a chi non conosce Ferpi, cosa questo premio significhi per la nostra associazione. Sono infatti tanti, davvero tanti, gli episodi che dimostrano quanto l’Oscar di Bilancio sia conosciuto nel mondo finanziario e professionale e quanto sia oramai passato il messaggio che i comunicatori hanno qualcosa da dire sui rendiconti finanziari. E potremmo continuare dicendo che questo premio è ambito da tutte le imprese grandi e piccole che sarebbero orgogliose di potere dichiarare ai loro stakeholder di essersi aggiudicate l’Oscar.


La “fama” dell’Oscar ci ha anche causato qualche guaio: alcuni anni fa infatti l’Academy of Motion Picture Arts and Sciences, di Hollywood, ci diffidò dall’utilizzare il termine Oscar, in quanto marchio da essa registrato, minacciando l’avvio di azioni legali nei nostri confronti. Dovemmo difenderci e, prevenendo l’instaurazione di una causa, i nostri legali riuscirono a paralizzare ogni pretesa dimostrando che la denominazione “Oscar di Bilancio” era utilizzato nel nostro Paese da ben prima che gli Studios registrassero il marchio in Italia. Quello che conta è che anche Hollywood si accorse del nostro premio, considerandolo quasi un possibile concorrente.


L’Oscar non è però conosciuto di per se stesso, ma come premio della Ferpi. Oscar di Bilancio e Ferpi costituiscono un binomio inscindible, ed è in questo la sua forza. L’Oscar è stato capace di fare sistema con tante altre associazioni professionali coinvolte e interessate al tema “bilancio” e questa comunità è ciò che ne garantisce la serietà e l’imparzialità. L’Alto Patronato del Presidente
della Repubblica rappresenta il suggello all’autorevolezza del nostro Premio.


Allo stesso tempo, la Ferpi trae luce dall’Oscar, perché la storia cinquantenaria del premio testimonia la lunga strada che i comunicatori hanno percorso nel mondo economico e professionale italiano. Attorno al Premio, grazie alla sua autorevolezza e a quella della Ferpi, si è così creata una comunità unica di professionisti: commercialisti, analisti finanziari, esperti del no profit, comunicatori… si trovano insieme attorno allo stesso tavolo. Un fatto che da solo costituisce un unicum per un premio capace di coinvolgere organizzazioni di livello eccelso, ma spesso in concorrenza tra loro. Per tutte queste ragioni l’Oscar di Bilancio costituisce un patrimonio unico della Ferpi da difendere e preservare.


Un premio rimasto fedele a se stesso, il cui valore di marchio è cresciuto col tempo, ma anche un premio che anno dopo anno ha saputo aggiornarsi rispondendo – grazie alla comunità dei professionisti che lo anima – con anticipo alle esigenze dei tempi.


L’Oscar si è così accorto tra i primi dell’importanza del non profit, dei temi della governance, della csr… Di tutto questo dobbiamo essere orgogliosi, semplicemente. Un orgoglio che ci deve spingere a fare sempre meglio, indirizzando verso il nostro premio le imprese e i clienti per cui lavoriamo e utilizzando le best practice che il Premio indica attraverso i vincitori. Il sostegno dei soci vecchi e nuovi della Ferpi è la benzina che fa crescere un premio che è anche un servizio a tutto il Paese, e sono sicura che questo sostegno non verrà mai a mancare.


Scarica qui l’invito e il programma dettagliato della serata.


Per partecipare alla cerimonia di premiazione dell’Oscar di Bilancio scrivere a oscardibilancio@ferpi.it

COMMENTI

Eventi