/media/post/a5tg744/pills.jpeg
Ferpi > News > Pillole social: le ultime novità

Pillole social: le ultime novità

#TaccuinoDigitale

03/06/2021

Valentina Citati

Nella costante lotta al primato per la conquista dell’attenzione dei naviganti segnaliamo questa settimana: Instagram che lancia un nuovo bonus per Creators, più insight e una nuova "Audio Tab"; Facebook decide di procede con la possibilità di nascondere like e visualizzazioni dei post; LinkedIn introduce nuovi strumenti di potenziamento del business sulla piattaforma e Twitter con i Super Followers e la nuova sezione "About"….

Il panorama social è sempre più dinamico e mutevole e anche in questo ultimo periodo molte sono le novità e gli annunci delle principali piattaforme. Vediamoli e commentiamoli insieme.

Instagram continua la sua espansione per mitigare la crescita del rivale TikTok. La app starebbe lanciando un nuovo sistema di bonus per i creator, con lo scopo di promuovere la creazione di video Reels. Il programma consentirebbe di guadagnare bonus, condividendo nuovi contenuti Reels e raggiungendo determinate soglie. Inoltre, sempre per agevolare e attirare brand e creator, promette di introdurre nei prossimi mesi nuovi Insight per valutare meglio i risultati ottenuti, in particolare con gli strumenti Reels e Live, e fornire un quadro più ampio di come questi possano influire sulla performance nel tempo. Il riferimento a TikTok è ancora più evidente nella nuova funzionalità “Audio Tab” ora in fase di test che similmente alla app video consentirebbe di cercare contenuti in base a una certa traccia, crearne di nuovi e visualizzare i Reels che hanno utilizzato un certo suono.

(descrizione)

In risposta alle accuse di fomentare il narcisismo e minacciare la salute mentale degli utenti Facebook e Instagram hanno annunciato la possibilità di decidere se visualizzare o meno il numero dei like, in base alle proprie preferenze. "La mossa di Instagram è tesa a dare flessibilità e controllo agli utenti, soprattutto a coloro che non vogliono essere giudicati per il numero di like o di visualizzazioni generati, ma per la qualità dei propri contenuti. Va letta anche come una risposta alle accuse dell’impatto negativo che il social avrebbe sulla salute mentale dei suoi utenti, sopraffatti dall’ansia di accumulare like e follower", osserva Vincenzo Cosenza, esperto di social media.

Mi permetto di dubitare sull’effettivo “controllo” da parte degli utenti che si vorrebbe concedere con queste strategie anche perché l’attivazione della funzione non è così semplice e alla portata di tutti.

Anche LinkedIn introduce nuove funzioni per accrescere la possibilità degli iscritti di raccontarsi e creare relazioni professionali:

 

  • Il “boost” immediato di post organici di pagine: con il clic di un pulsante e pochi dettagli di pagamento, sarà possibile dare ai propri contenuti più coinvolgenti o sensibili una piccola spinta per espandere rapidamente il raggio d'azione del proprio pubblico.

  • Un formato pubblicitario per gli eventi: con il nuovo formato “Event Ads”, i marketer possono assicurarsi di raggiungere i professionisti che contano di più per spingere le registrazioni, e gli organizzatori di eventi hanno una chiara visibilità su quanti membri di LinkedIn hanno cliccato o visto un annuncio e si sono registrati al loro evento, dando loro piena visibilità sull'efficacia della loro campagna.

  • Custom Streaming per fare le dirette attraverso Zoom, WebEx, OBS e il monitoraggio da mobile con Mobile Page Analytics per vedere tutti i visitatori, i follower e le informazioni sui contenuti che ottieni sul tuo desktop, comprese le metriche organiche e potenziate, direttamente dall'app mobile di LinkedIn.


(descrizione)

Twitter
sta testando i Super Followers, una nuova funzionalità che consentirà agli utenti di rendere alcuni contenuti extra a pagamento, per esempio tweet esclusivi dedicati agli abbonati, o l’accesso “vip” a un particolare gruppo. Inoltre sta implementando la nuova sezione “About” del profilo che consentirà di poter raccontare maggiormente di sé e farsi conoscere alla propria community. Twitter Spaces, inoltre, fa un ulteriore passo in avanti permettendo di unirsi agli “spazi” anche dalla versione web di Twitter, quindi dalla versione desktop. Infine in contrasto al fenomeno sempre dilagante dei bot e del bullismo online darà la possibilità di verificare il proprio profilo.

Questo è solo un assaggio, stay tuned e continuate a seguirmi per saperne di più! 

 

COMMENTI

Eventi