Ferpi > News > Quasi come Jovanotti. In attesa del gran finale, un bilancio del "tour" dell'Oscar

Quasi come Jovanotti. In attesa del gran finale, un bilancio del "tour" dell'Oscar

08/11/2005

Un commento del Segretario Generale dell'Oscar di Bilancio, Gherarda Guastalla Lucchini, dopo la conclusione del Road Show 2005

Uno show che ha toccato cinque città lungo tutto la penisola, registrando ovunque un grande successo di pubblico, in attesa del gran finale della manifestazione nazionale di Milano prevista per la sera del 1 dicembre. Non stiamo descrivendo un tour di Jovanotti, ma le tappe del Road Show di quest'anno, e la prossima premiazione dell'Oscar di Bilancio.Il Road Show è nato con l'obiettivo di portare sul territorio la cultura della rendicontazione, offrendo una giornata di approfondimento qualificato capace di aiutare, le Pmi in primis ma non solo, ad affrontare correttamente il tema della comunicazione di impresa e la stesura di un rendiconto, non più solo economico ma anche sociale e ambientale, "da Oscar".L'intuizione iniziale si è rivelata giusta e preziosa, e oggi possiamo dire che il nostro obiettivo è stato centrato. Tutte le manifestazioni che sono state realizzate, grazie al contributo di Banca Intesa che ha sostenuto la totalità degli incontri e a quello di Sabaf ed Enel, hanno visto una grande affluenza di pubblico.Un successo che è stato ottenuto grazie al lavoro e all'intesa di tutti gli organizzatori, ma che è stato reso possibile soprattutto attraverso la collaborazione degli ordini locali dei dottori commercialisti delle città toccate:  Roma, Brescia, Bologna, Ancona e Avellino, che sono stati capaci di mobilitare le risorse del territorio, aggregando attorno ad ogni Road Show il meglio della comunità professionale e imprenditoriale della zona. Un successo che ha anche dimostrato come oggi l'attenzione sui temi della rendicontazione economica e sociale sia estremamente presente e sia avvertita ovunque.I Road Show di quest'anno si sono svolti attorno a una formula che potremmo chiamare del 4+1. Quattro manifestazioni, infatti, sono state espressamente tarate sui bisogni delle imprese, in particolare piccole e medie, per le quali il bilancio rappresenta ancora di più un'occasione di comunicazione con i propri stakeholder e referenti piuttosto che un inutile adempimento o un semplice costo.Interessante è però stato anche l'esperimento di Avellino: un incontro organizzato con il contributo della Banca della Campania che è stato allargato alla Pubblica Amministrazione, e che ha confermato come anche l'ente pubblico sia oggi alla ricerca di strumenti nuovi per comunicare con i proprio referenti, che poi saremmo tutti noi.Alla fine del tour di quest'anno, dunque, come segretario generale dell'Oscar di Bilancio, non posso esimermi anch'io dall'esprimere un bilancio. Un rendiconto più che positivo, visti i risultati che ho appena descritto, ma che sono meglio descritti nei singoli report di ogni manifestazione che trovate sempre nel sito Ferpi.L'Oscar di Bilancio non è e non vuole essere semplicemente un premio, ma ha sempre cercato di svolgere, e ritengo di poter ritenere con successo, una funzione di stimolo culturale. Oggi possiamo dire che anche i Road Show costituiscono un esempio concreto di come sia possibile esercitare tale funzione sul territorio, "portando" e spiegando agli influenti locali quei valori nei quali crediamo e in funzione dei quali la manifestazione è nata oltre cinquanta anni fa. L'evento Oscar quindi non si esaurisce nello spazio dei tre mesi dedicati all'attenta analisi dei bilanci, ma è un lavoro che prosegue durante l'intero anno, coinvolgendo direttamente migliaia di persone.Vorrei concludere porgendo un ringraziamento sentito a tutti coloro che hanno contribuito a organizzare il Road Show di quest'anno: un compito spesso non facile, ma che è stato svolto nel migliore dei modi.Grazie dunque a:

Banca Intesa, Enel e Sabaf, sponsor dell'iniziativa;
ACRI, AIAF e ANDAF, partner dell'iniziativa;
Si ringrazia inoltre la Regione Marche per avere concesso il suo patrocinio alla manifestazione di Ancona e la Banca della Campania che si è fatta promotrice, oltre che sponsor, dell'evento di Avellino.
Un ringraziamento anche a:

Gli Ordini dei Dottori Commercialisti delle città toccate, nelle persone di:
Arnaldo Acquarelli, Presidente dell'Ordine dei Dottori Commercialisti di Roma
Antonio Passantino, Presidente dell'Ordine dei Dottori Commercialisti di Brescia
Gianfranco Tomassoli, Presidente dell'Ordine dei Dottori Commercialisti di Bologna
Roberto Barbieri, Presidente dell'Ordine dei Dottori Commercialisti di Ancona
Giovanni Porcelli, Presidente dell'Ordine dei Dottori Commercialisti di Avellino.
I relatori intervenuti:

Alberto Bartoli, Direttore Amministrativo Finanziario Sabaf
Gianluca Beschi, Investor Relation Manager Sabaf
Fabio Bistoncini, Vice Presidente Ferpi
Giovanni Camera, Consigliere AIAF
Gianluca Comin, Direttore Comunicazione Enel
Fausto Cosi, Direttore Amministrazione, Finanza e Controllo Sammontana
Paolo Esposito, consulente in materia di Bilancio Sociale presso il Formez e il Dipartimento della Funzione Pubblica
Francesco Fornaro, Direttore Generale Banca della Campania
Massimo Pasquali, Responsabile Area Centro Sud Direzione Relazioni Corporate Banca Intesa
Raffaele Picella, Presidente Banca della Campania
Andrea Prandi, Presidente Ferpi
Ferdinando Riccardi, Sindaco del Comune di S. Giorgio a Cremano (NA)
Marco Rottigni, Responsabile Area Nord Est Direzione Relazioni Corporate Banca Intesa
Claudio Siciliotti, Vice Presidente Consiglio Nazionale dottori Commercialisti
Roberto Zangrandi, Responsabile CSR Enel.
 I delegati regionali e i soci Ferpi che hanno collaborato all'organizzazione:

Caterina Isabella
Antonio Riva
Giusi Raimo
Alceo Moretti
Giancarlo Panico 
Appuntamento dunque il primo dicembre, per la premiazione dell'Oscar 2005.Gherarda Guastala LucchiniSegretario Generale Oscar di Bilancio 

COMMENTI

Eventi