Ferpi > News > Viverla Tutta

Viverla Tutta

06/12/2013

La scrittura fa bene, addirittura può salvare la vita. Narrare la malattia è un modo per curarsi, per condividere il proprio dolore e trasformarlo in esperienza costruttiva. Sui principi della medicina narrativa nasce il progetto _Viverla Tutta._

Lo storytelling non riguarda più soltanto le imprese ma anche la salute degli individui. La cosiddetta Medicina Narrativa fa la sua comparsa nella letteratura scientifica in una raccolta di articoli pubblicati sul British Medical Journal alla fine degli anni ’90 ma le sue origini vanno tracciate negli USA, ad opera della Harvard Medical School. Dalla convinzione che proprio la Medicina Narrativa possa offrire una lettura della malattia alternativa al discorso sociale prevalente, che tende a vederla solo come evento negativo, nasce la campagna – e il sito – Viverla Tutta, promossa con il sostegno di Pfizer.
Sul modello dello spazio in rete precedentemente creato con la collaborazione di Repubblica.it, rimasto attivo fino a febbraio 2012 e che ha consentito di raccogliere ben 4.000 testimonianze, Viverla Tutta vuole ora continuare a promuovere un punto di incontro nel web, dedicato alla condivisione e alla valorizzazione delle storie di malattia. Nasce con questo intento la piattaforma virtuale ed interattiva per la narrazione di sé e dell’esperienza della malattia.
Gli utenti sono invitati a raccontarsi, condividendo con gli altri il proprio racconto e trasformando così la malattia da evento negativo, portatore di dolore e sofferenza, in un vissuto costruttivo e condiviso, fatto di saperi e comportamenti fondati sull’esperienza diretta, utile e prezioso, per sé e per gli altri.
Lo spazio per il racconto è libero. L’utente può iniziare la storia partendo dai primi sintomi, quando la malattia ha fatto inaspettatamente irruzione nella propria vita, a ciò che questo ha comportato, a come sono cambiate le priorità e le abitudini. Oppure dalle difficoltà incontrate nell’arrivare alla diagnosi o a quelle riscontrate nel seguire le terapie e le nuove regole di vita che la malattia ha imposto. Soprattutto, l’invito è a raccontare se e in che modo, pur nella drammaticità dell’esperienza, il malato o il caregiver ha trovato in sé la forza, il coraggio, le risorse interiori per Viverla Tutta, reagendo al dolore e alla sofferenza, affrontando gli ostacoli, combattendo la propria personale battaglia con la malattia.
Le testimonianze saranno pubblicate e consultabili nella sezione Storie, perché possano trasformarsi in un dono di competenza, ricco di significato e di valore anche per gli altri.
Perché la valenza della piattaforma è, soprattutto, quella di incentivare il confronto, la condivisione, il dialogo con altri pazienti o caregiver, che si trovano ad affrontare le stesse problematiche e le stesse sfide. A questo scopo, a margine di ogni storia, gli utenti avranno anche la possibilità, dopo aver letto la testimonianza, di lasciare un commento, che potrà essere espressione di solidarietà, vicinanza, empatia oppure di volontà di scambiarsi informazioni e opinioni, di mettere a confronto esperienze e vissuti.

COMMENTI

Eventi