/media/post/5husg7p/gender-gap.jpg
Ferpi > News > Empowerment e comunicazione: quando la questione di genere ha impatto su tutta la comunità

Empowerment e comunicazione: quando la questione di genere ha impatto su tutta la comunità

02/03/2021

Redazione

Qual è il ruolo della comunicazione nel costruire nuovi modelli di leadership? Se ne parlerà venerdì 5 marzo durante l'evento “Empowerment e comunicazione”, organizzato dalla sinergia tra le delegazioni FERPI Campania e Liguria per dedicare un approfondimento specifico al mese delle donne.

Venerdì 5 marzo 2021 alle ore 16.30 si svolgerà l’evento digitale dal titolo “Empowerment e comunicazione”, organizzato dalla sinergia tra le delegazioni FERPI Campania e Liguria per dedicare un approfondimento specifico al mese delle donne.

Elena Salzano e Alessandra Grasso, socie FERPI e delegate territoriali di Campania e Liguria, condurranno l’incontro con un panel di ospiti, che racconteranno importanti esperienze professionali sul tema, alla presenza di Rossella Sobrero, Presidente della FERPI.

Mariangela Cassano, esperta di comunicazione, ha fondato durante il lockdown la community digitale DEA #Donnecheammiro come forma di intrattenimento professionale e supporto sui social per creare network e raccontarsi, valorizzando coraggio, vitalità e passione dell’universo femminile e mettendo in luce modelli a cui ispirarsi.

Alessandra Puglisi, presidente Comitato Femminile Plurale Confindustria Salerno, in questa veste si occupa di valorizzazione delle diversità -di genere, di generazione, così come di provenienza geografica - come opportunità per la creazione di valore e di sostegno alla crescita dell’Associazione e del territorio. È una convinta sostenitrice del fatto che l’equilibrio di genere, l’integrazione di tutte le diversità, lo scambio osmotico tra punti di vista diversi possano rivelarsi un potente motore di innovazione, capace di migliorare il singolo, così come le organizzazioni di persone.

Rosella Scalone, imprenditrice e digital strategist, è presidente dell’associazione SAVE THE WOMAN per la diffusione della tecnologia in progetti sociali, come la creazione del chatbot contro la violenza di genere #Nonpossoparlare: un supporto 24 ore su 24, 7 giorni su 7, in maniera anonima e silenziosa per le donne che vivendo con maltrattanti hanno difficoltà a telefonare a un centro antiviolenza del territorio per ricevere le informazioni base.

Adriana Versino, consigliere delegato Fondazione Vodafone Italia che ha lanciato lo scorso novembre il video manifesto del progetto #ChiedoPerUnAmica, una campagna social nata per comunicare l’impegno di Vodafone e la sua Fondazione contro la violenza di genere e per promuovere l’utilizzo di BrightSky, l’app sviluppata da Fondazione Vodafone per supportare le donne che subiscono violenza domestica e maltrattamenti. L’impegno di Vodafone per contrastare la violenza di genere è totale, l’azienda ha infatti una Policy contro la violenza domestica che garantisce ai propri dipendenti, nel pieno rispetto della privacy, 15 giorni di permesso retribuito, oltre che al supporto psicologico di un medico competente e di servizi di consulenza per affrontare tutti i momenti delicati che si possono presentare in queste situazioni.

Enzo D’Errico, direttore “Corriere del Mezzogiorno” dal 2015, affronterà il tema donne nell'editoria, per parlare di un incarico che ancora oggi pare essere appannaggio del mondo maschile, fornendo un contributo dal suo osservatorio.

La cultura di genere deve essere accompagnata da una comunicazione che possa essere una forma di empowerment, rivolto alla comunità nella sua globalità ovvero non solo alle donne. L’Agenda 2030 ci aiuta a considerare tra le priorità per la nostra società la costruzione di comunità educanti e più equilibrate, che favoriscano le pari opportunità nel quotidiano, come da obiettivo 5.

“La parità di genere non è solo un diritto umano fondamentale, ma la condizione necessaria per un mondo prospero, sostenibile e in pace. – Si legge sul sito delle Nazioni Unite - Garantire alle donne e alle ragazze parità di accesso all’istruzione, alle cure mediche, a un lavoro dignitoso, così come la rappresentanza nei processi decisionali, politici ed economici, promuoverà economie sostenibili, di cui potranno beneficiare le società e l’umanità intera”.

L’evento è gratuito. La partecipazione dei soci FERPI dà diritto a 25 crediti formativi e può essere seguito sulle pagine Facebook FERPI Campania e FERPI Liguria.

(descrizione)

 

COMMENTI

Eventi