/media/post/e43dttr/Aamodt-1-796x512.jpg
Ferpi > News > Premio Fair Play Menarini: lo sport per arrivare al cuore delle persone

Premio Fair Play Menarini: lo sport per arrivare al cuore delle persone

21/06/2018

Letizia Pini

Continua l’incontro con i Partner del Premio Fair Play Menarini. Questa volta Letizia Pini ha intervistato Mauro Sereni, area manager di Consultinvest, tra gli sponsor dell'iniziativa che si terrà dal 17 al 19 luglio a Castiglion Fiorentino.

Ventidue anni di Premio Fair Play Menarini. Cosa rappresenta per Consulinvest questo evento?
Consultinvest si occupa di consulenza finanziaria, da oltre 30 anni. Nel nostro settore la correttezza, la trasparenza, l’etica, rappresentano un valore imprescindibile. Essere a fianco del Premio Fair Play Menarini è come un atto dovuto, ci pone in evidenza verso un selezionato  pubblico di imprenditori, giornalisti, appassionati di sport e di cultura con il quale dialoghiamo e con cui vogliamo rimanere in contatto per progetti sul territorio dove il fare faccia davvero la differenza: un esempio da emulare e con cui collaborare.


Qual è il vostro obiettivo tramite la sponsorizzazione del premio?
Arrivare al “cuore” delle persone che condividono i valori etici del Premio perché applicabili ad ogni ‘fare’. non è sempre così scontato accostarsi ad un progetto. Farlo proprio nei suoi contenuti, abbracciarne l’essenza e ritrovarsi nei suoi punti cardine, è una cosa rara, non un semplice automatismo che siamo convinti ci possa aiutare nel diffondere i contenuto del nostro brand

Lo sport è anche un volano di etica e inclusione. In che modo?
Lo scorso anno, tra i premiati della manifestazione, c’è stata Nicole Orlando, medaglia d’oro italiana alle para olimpiadi. Il suo messaggio, che parla di sport come riscatto, di non mollare mai, di vincere, soprattutto, nel superare le difficoltà della vita, ha colpito tutti. Nicole è stata la star del Premio, nonostante ci fossero tantissimi atleti con un curriculum di grande prestigio. Era con gli altri, al pari degli altri, con messaggi unici che hanno davvero fatto la differenza. Questa è quell’ inclusione che va premiata e divulgata, il buon esempio da dare e diffondere tra i giovani, primi interlocutori del premio


Cosa rappresenta il premio per i giovani?
Il Premio riserva una importante sezione rivolta ai giovani. Chiara Fatai ed Angelo Morelli hanno investito molto nel rapporto con le scuole ed il risultato è stato quello di una imponente partecipazione di ragazzi alle borse di studio intitolate al Premio Fair Play Menarini e alla lotta contro il bullismo. Penso che questo modo di agire sia la miglior cura, il miglior contributo per guarire il disagio giovanile, combattere tutto quanto di negativo ci sia nel mondo della scuola ma anche far vedere quanto si possa fare assieme e responsabilmente: i giovani sono il nostro futuro, è a loro che dobbiamo parlare per convincerli che il mondo possa essere quel posto migliore dove potersi tutti misurare senza preclusioni


Quanto ha investito in awareness la vostra azienda e quanto cerca di promuovere eventi come questo?
Molto. Per Consultinvest è importante agire e integrarsi. Molti i settori di azione. Oltre a supportare manifestazioni come il Fair Play Menarini, è a fianco  di società sportive nel settore della  pallacanestro e della pallavolo. dà un contributo al Festival Internazionale di Letteratura Ebraica, che si svolge a Roma da 10 anni e ha prodotto molti film italiani (“Assolo” di Laura Morante, “Torno indietro e cambio vita” con Raoul Bova e l’ultimo film con Rocco Papaleo “Tu mi nascondi qualcosa”): poter incidere in qualche modo in settori non direttamente a noi collegati è importante e ben vengano tutte le agevolazioni fiscali a pro di qualsiasi forma di mecenatismo. Avvicina i vari mondi a beneficio di tutti: cultura, sport e indotto economico non possono continuare ad essere dei compartimenti stagni. Oggi ci vuole un’azione di rete, di collaborazione e interazione per sostenere un corretto sviluppo. Ma facilitazioni a parte, non voglio parlare di cifre quanto di impegno che al momento c’è e presumo continuerà ad esserci in questa direzione. Infatti l’obiettivo è che il nostro brand si diffonda e arrivi il più possibile nella sua valenza. Per noi è fondamentale agire in tal senso per una corretta promozione del nostro core business e della interazione con i nostri vari stake holder.

COMMENTI

Eventi