Ferpi > News > A Ischia un week end all’insegna della comunicazione

A Ischia un week end all’insegna della comunicazione

29/06/2010

Il Premio Internazionale Ischia di Giornalismo, in programma sabato 3 e domenica 4 luglio nell’isola del Golfo di Napoli, si candida come luogo di confronto tra giornalisti e comunicatori.

Il Premio Ischia di Giornalismo si rinnova e si candida a diventare luogo di confronto e di dibattito sul rapporto tra informazione e comunicazione. La svolta nel 2009 con l’istituzione del Premio Comunicatore dell’anno promosso e organizzato in collaborazione con Ferpi. Sulla scia del Premio Comunicatore quest’anno la kermesse promossa dalla Fondazione Valentino ha dato ancora maggiore risalto al dibattito sul rapporto tra giornalisti e relatori pubblici anche grazie alla partnership con due grandi aziende nazionali: Coca Cola Hbc Italia e Vodafone.
I premi “comunicatore dell’anno” assegnati da Ferpi e dalla Fondazione Valentino nel corso della serata finale che sarà ripresa da RaiUno e andrà in onda il 16 luglio alle 22.40 quest’anno sono stati assegnati a Bianca Frondoni, Responsabile Relazioni Esterne di Parmalat, per la categoria “impresa”, mentre nelle categorie riservate alla PA e alle organizzazioni sociali hanno prevalso, rispettivamente, Cristina Corazza, direttore Comunicazione ed Eventi dell’Autorità per l’Energia elettrica e il gas e Filippo Ungaro, Responsabile Comunicazione di “Save the Children Italia”.
La giuria presieduta dal presidente Ferpi Gianluca Comin e composta da autorevoli giornalisti e comunicatori ha individuato nella comunicazione della Parmalat e in quelle dell’Authority per l’Energia e della onlus Save the children le best practices di quest’anno indicando tra le motivazioni che hanno determinato le scelte, la capacità della struttura di comunicazione di Parmalat di risollevare l’immagine dell’azienda dopo la grave crisi del 2004; la professionalità con la quale la Direzione Comunicazione ed Eventi dell’Autorità per l’energia elettrica e il gas ha supportato il delicato momento storico e le dinamiche di mercato del settore dell’energia; l’intensa attività di comunicazione che, anche grazie ad un sito agile e ad un blog molto popolare, Save the Children svolge da alcuni anni.
I premi “comunicatore dell’anno” di aggiungono agli altri riconoscimenti assegnati dalla Fondazione Valentino che quest’anno ha attribuito il premio “giornalista dell’anno” a Emilio Carelli, direttore di Sky Tg24; a Gianpaolo Pansa il premio alla carriera, a Enrico Varriale quello di giornalista sportivo. Il premio Mediterraneo è stato assegnato a Tarak Ben Ammar mentre a John Simpson il prestigioso premio Ischia internazionale.
I riconoscimenti verrano consegnati domenica sera 4 luglio al Negombo nel corso nel corso della tradizionale serata spettacolo condotta dal giornalista Franco Di Mare.
La consegna dei premi sarà preceduta, sabato 3 luglio, da due tavole rotonde.
Si comincia alle 16.30 con il workshop Responsabilità ed etica nella relazione azienda e media: il domani che vogliamo presso la sala Azzurra dell’Hotel Regina Isabella di Lacco Ameno. La tavola rotonda moderata dal direttore de Il Mattino Virman Cusenza prevede gli interventi di Clemente Senni, Executive Vice President, Corporate Communication and P.A. di Alitalia, il presidente Ferpi e Direttore Relazioni Esterne di Enel Gianluca Comin, Maria Cristina Alfieri, Direttore Editoriale Gruppo Food, il presidente di Assorel Beppe Facchetti e Alessandro Magnoni, General Affairs Director di Coca-Cola HBC Italia.
Una presenza attiva quella di Coca Cola Hbc Italia che, in collaborazione con la Fondazione Valentino – Premio Ischia, ha promosso un innovativo concorso rivolto ai giovani studenti di giornalismo e scienza della comunicazione assegnando due premi consistenti in borse di studio a due giovani talenti. I premi sono stati assegnati al termine di una selezione-concorso sviluppata con gli allievi del Master in Marketing e Comunicazione della Business School del Sole 24 Ore e con la Scuola di giornalismo dell’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli.
Il Premio, che ha coinvolto centinaia di studenti, consentirà ai vincitori di maturare un’esperienza professionale reale e formativa e di dimostrare il loro valore. Francesca Romaldo si è infatti aggiudicata una borsa di studio del valore di cinquemila euro (intitolata alla memoria della giornalista Maria Grazia Di Donna) nonché uno stage retribuito presso l’agenzia di stampa AdnKronos di Roma; Davide Macchia, che è stato selezionato all’interno di un gruppo di lavoro composto da 6 studenti del Master, la possibilità di svolgere uno stage retribuito presso la direzione Public Affairs & Communication di Coca-Cola HBC Italia.
“Siamo felici di aver contribuito ad ideare un riconoscimento concreto destinato alle generazioni future” dichiara Alessandro Magnoni, General Affairs Director Coca-Cola HBC Italia. “L’alto livello degli elaborati conferma quello che l’azienda ha sempre ritenuto: ci sono molti giovani di talento che hanno solo bisogno di un’occasione per dimostrare quanto valgono. Un lavoro duro per le giurie, alle quali va il nostro grazie per aver creduto nel progetto”.
Sempre sabato 3 luglio, alle ore 18,30 il dibattito: Citizen journalism e diritti umani. Come la rete cambia l’informazione e come l’informazione cambia il mondo .
Partecipano: John Simpson, BBC vincitore della XXXI edizione del Premio Ischia, Margareth Engel, Presidente giuria RFK USA e direttrice del Newsmuseum di Washington d.c., Laura Bauer, “The Kansas city Star”, vincitrice dell’RFK Journalism Award 2010, Riccardo Luna, Direttore di Wired Italia, modera: Emilio Carelli, Direttore di SKY TG 24 Riprese di SKY TG 24
Alle pre 19,30 proiezione del video del Vincitore della 42^ Edizione Annuale dei Premi RFK di Giornalismo mentre alle 20,00 presentazione del documentario di Andrea Gerli: Rinascere sul palco vincitore della 1^ edizione del Concorso “Robert F. Kennedy Europe High School and University Journalism Award “ con il patrocinio del Premio Ischia.
Clicca qui per scaricare il programma.

COMMENTI

Eventi