Ferpi > News > A Milano il gruppo di lavoro sugli Stockholm Accords

A Milano il gruppo di lavoro sugli Stockholm Accords

07/09/2010

Dove vanno le Rp? Se ne discute il 24 settembre a Milano nel corso di un incontro sugli Accordi di Stoccolma, il documento emerso dal 6^ WPRF tenutosi lo scorso giugno nella capitale svedese.

Valore della comunicazione e delle relazioni, sostenibilità, stakeholder governance, coordinamento fra comunicazione interna ed esterna, comunicazione di leadership, condivisione della conoscenza, processi decisionali, brand loyalty e equity, dialogo/partecipazione, successo, valutazione e misurazione, reti. Sono sono alcune delle parole che rappresentano i nuovi campi d’azione delle relazioni pubbliche e possono aiutare a comprenderne meglio la nuova cornice concettuale emersa dall’ultimo World PR Forum che si è tenuto il 14 e 15 giugno a Stoccolma.
Il documento finale del WPRF rappresenta un vero e proprio brief per la professione e per ogni singolo professionista. Per discuterne e confrontarsi sugli sviluppi futuri delle relazioni pubbliche Ferpi sta organizzando degli incontri: venerdì 24 settembre a Milano si riunisce il gruppo di lavoro che dovrà mettere a punto il programma di iniziative italiane.
Gli Stockholm Accords definiscono una nuova cornice concettuale per le relazioni pubbliche imperniata su sostenibilità e governance, su management e coordinamento tra comunicazione interna ed esterna. In quest’ottica le relazioni pubbliche diventano una funzione strategica e dunque consulenziale e manageriale ancora prima che tecnico-operativa.
In questo periodo di profonde e radicali trasformazioni, anche nella professione, gli “Accords” riconoscono alle associazioni professionali un ruolo fondamentale per lo sviluppo della professione, tanto a livello centrale ma soprattutto a livello locale: un invito venuto con forza da Stoccolma che è espresso chiaramente anche nel documento e che invita e impegna all’azione ogni singolo professionista.
“Gli Accordi di Stoccolma – si legge nel documento – intendono essere un quadro di riferimento operativo (un brief) per ogni professionista, educatore, studente, leader di un’associazione professionale, dipendente o dirigente di ogni organizzazione pubblica, privata e sociale di tutto il mondo”.
Chi volesse prendere parte al gruppo di lavoro lo deve comunicare al Delegato ai rapporti internazionali, Toni Muzi Falconi, e responsabile del dibattito sugli Accordi di Stoccolma in Italia inviando una mail all’indirizzo tonimuzi@methodos.com entro e non oltre il 13 settembre.

COMMENTI

Eventi