Ferpi > News > A Roma il primo confronto sugli Accordi di Stoccolma

A Roma il primo confronto sugli Accordi di Stoccolma

30/06/2010

Se ne è parlato nel corso dell’ultimo incontro della delegazione Ferpi Lazio, in cui, oltre a parlare delle attività svolte e da svolgere si è fatto il punto sul futuro della professione con _Toni Muzi Falconi._

di Rossella Patalano
Il dibattito sul documento finale degli Accordi di Stoccolma , elaborati nel corso dell’ultimo World PR Forum, è stato al centro del consueto incontro dei soci della Delegazione Ferpi Lazio.
I soci si sono ritrovati venerdì 24 giugno nello splendida cornice del Circolo Antico Tiro a Volo di Roma, grazie all’ospitalità e all’organizzazione della socia e collega Elisa Greco, delegata nazionale alla comunicazione della cultura. Tre i punti all’ordine del giorno in programma per l’occasione: la relazione delle attività del primo semestre 2010; le proposte delle attività per i prossimi sei mesi e, appunto, la discussione sugli Accordi di Stoccolma.
E’ stato Toni Muzi Falconi, reduce dal Worl Public Relations Forum che si è tenuto nella capitale svedese ad introdurre il tema presentando il documento ormai noto a tutti come “Stockolm Accords”. Il delegato alle relazioni internazionali di Ferpi, che è stato anche uno degli animatori del Wprf 2010, ha illustrato gli elementi principali del documento e le ripercussioni che esso avrà sullo sviluppo e sul futuro della professione.
Già dalla settimana prossima sul sito Ferpi verrà caricato il brief in italiano da cui, tutte le delegazioni Ferpi, potranno e dovranno partire per far conoscere e migliorare la reputazione della professione delle Relazioni Pubbliche presso i pubblici istituzionali del territorio mostrare il lavoro svolto e quello che si proporrà di svolgere Ferpi in Italia, come ha detto Muzi Falconi.
La delegazione Lazio da questa riunione è già in pista: si partirà focalizzando attenzione e sforzi sul settore del turismo e tutti quei settori che gli sono trasversali.
E poi toccherà anche alle altre Delegazioni: dal 1 settembre di quest’anno partiranno in tutta Italia, nelle diverse regioni, gruppi di lavoro per sviluppare tematiche e poi attuare piani di comunicazione ed azione inerenti agli Accordi di Stoccolma. Ogni regione, dopo aver creato un suo gruppo di lavoro e selezionato un rappresentante regionale, sarà libera di scegliere e sviluppare le tematiche che più ritiene necessarie, restando sempre coerente agli Accordi.
Obiettivo di Ferpi, ha concluso, Muzi Falconi, è tradurre concretamente gli accordi di Stoccolma in attività sul territorio in modo da elaborare un documento sullo stato della professione in Italia da presentare nel 2012 come contribuire italiano al prossimo World PR Forum con più “azioni” in tasca.
La serata, si è conclusa con un caloroso ringraziamento da parte di Celeste Bertolini, a nome della Delegazione del Lazio, a Elisa Greco per aver organizzato e offerto una serata unica in uno dei luoghi più suggestivi e incantevoli della Capitale.
Beh… non possiamo stare con le mani in mano. Non possiamo tiraci indietro e contribuire alla legittimazione della nostra amata professione.
Che ne pensate?

COMMENTI

Eventi