/media/post/gg399g3/agi.jpg
Ferpi > News > AGI: firmata partnership con IRNA - Islamic Republic News Agency

AGI: firmata partnership con IRNA - Islamic Republic News Agency

16/09/2015

Agi, tra le principali news company italiane, ha firmato un Memorandum of Understanding per la collaborazione editoriale con l’IRNA - Islamic Republic News Agency, principale agenzia di stampa dell’Iran.

Agi – Agenzia Giornalistica Italia prosegue la propria strategia d’internazionalizzazione, integrando la copertura del medio Oriente con la firma di un Memorandum of Understanding per la collaborazione editoriale con l’IRNA - Islamic Republic News Agency, principale agenzia di stampa dell’Iran.

L’intesa con IRNA - Islamic Republic News Agency, definita con il supporto dell’Ambasciatore della Repubblica Islamica dell’Iran, Sua Eccellenza Jahanbakhsh Mozaffari, è stata sottoscritta a Roma dall'amministratore delegato di Agi, Gianni Di Giovanni, e dal Presidente e Amministratore Delegato di IRNA Mohammad Khoddadi.

L’accordo  prevede una stretta sinergia per lo sviluppo editoriale sia nell’ambito dell’informazione primaria, sia nelle attività di comunicazione integrata e multimediale, nella formazione professionale e nell’organizzazione di eventi sul territorio.

“Diamo il benvenuto ad un ulteriore miglioramento delle relazioni tra l’Iran e l’Italia – ha dichiarato il presidente e AD di IRNA Mohammad Khoddadi - La posizione di Roma sugli sviluppi relativi all’Iran è sempre stata positiva e questo accordo può ulteriormente contribuire al miglioramento della cooperazione internazionale. Inoltre, con la nuova gestione sotto l’11° governo iraniano, IRNA intende rilanciare le proprie attività dando una speciale attenzione alle notizie economiche, e l’accodo con Agi si inserisce perfettamente nella nostra strategia”.

“Agi è onorata di essere la prima agenzia editoriale occidentale ad attivare una cooperazione con l’Iran dopo la cancellazione delle sanzioni internazionali -  ha commentato Gianni Di Giovanni, Amministratore Delegato di Agi - Una decisione fortemente sostenuta dal governo italiano e che apre dinanzi a noi quella che possiamo definire, come ha recentemente detto il Ministro degli Esteri iraniano Zarif, una nuova era di speranza”.

COMMENTI

Eventi