Ferpi > News > Al via la Federazione che fa incontrare giornalisti e comunicatori ambientali

Al via la Federazione che fa incontrare giornalisti e comunicatori ambientali

14/11/2013

Eletto l’Ufficio di presidenza di _Fima,_ la Federazione Italiana Media Ambientali. Nel Comitato Scientifico anche Ferpi con i soci _Sergio Vazzoler_ e _Antonio Ferro._

Lo scorso 7 novembre a Rimini, all’interno di Ecomondo, la fiera internazionale del recupero di Materia ed Energia e dello Sviluppo Sostenibile, si è svolta la prima assemblea nazionale di Fima (Federazione Italiana Media Ambientali, nata lo scorso aprile per promuovere e migliorare la comunicazione ambientale). L’incontro è stato l’occasione per definire la struttura organizzativa dell’associazione. Dopo la votazione dei 67 membri presenti è stato costituto l’Ufficio di presidenza, che risulta composto da: Mario Salomone (Presidente), Marco Fratoddi (Segretario generale), Rosy Battaglia, Tullio Berlenghi, Paola Bolaffio, Sergio Ferraris, Giuseppe Lanzi, Letizia Palmisano e Roberta Ragni (tutti membri dell’Ufficio di presidenza).
Durante l’assemblea è stato approvato lo Statuto definitivo della FIMA e nominato il Comitato scientifico, di cui faranno parte anche i soci Ferpi, Sergio Vazzoler e Antonio Ferro, insieme a Aurelio Angelini, Alessandra Astolfi, Gianfranco Bologna, Alessandro Caramis, Andrea Cerroni, Walter Ganapini, Pietro Greco, Simonetta Lombardo, Luca Mercalli, Luigi Pellizzoni, Beppe Rovera, Massimo Scalia, Sergio Scamuzzi, Gianni Silvestrini, Alex Sorokin.
Fra le prime iniziative che FIMA proporrà nei prossimi mesi, un convegno sulle politiche dell’informazione, attività di formazione per giornalisti e servizi per le testate. La Federazione intende inserirsi nelle reti internazionali di giornalismo ambientale e favorire la collaborazione e lo scambio di esperienze tra tutti gli operatori del settore. Ma vuole soprattutto aprire un ponte con tutto il mondo dell’informazione e con la società civile, le istituzioni, il mondo della scuola e dell’università, della ricerca, le imprese.

COMMENTI

Eventi