Ferpi > News > Al via l’edizione 2014 dello European Communication Monitor

Al via l’edizione 2014 dello European Communication Monitor

21/03/2014

Riparte l’indagine annuale di Euprera sulle Relazioni pubbliche e la comunicazione d’impresa in Europa. Fino al 31 marzo è possibile compilare il questionario e partecipare alla survey che lo scorso anno ha coinvolto oltre 2700 professionisti in 43 Paesi.

di Emanuele Invernizzi (*)
Torna l’appuntamento con lo European Communication Monitor, la più ampia indagine sulle Relazioni pubbliche e la comunicazione d’impresa in Europa, che lo scorso anno ha coinvolto oltre 2.710 professionisti di 43 Paesi.
L’indagine è un progetto di EUPRERA (European Public Relations Education and Research Association) ed è condotta da otto anni da un gruppo di accademici appartenenti a undici prestigiose università europee. Si svolge col supporto di EACD (European Association of Communication Directors) e di Ketchum.
Lo scorso anno l’indagine ha mostrato alcune sfide che i professionisti si trovano ad affrontare. Primo fra tutti l’allineamento delle strategie di comunicazione alle strategie di business globali, considerata oggi la missione più rilevante e impegnativa da oggi fino al 2016. In secondo luogo, va gestita l’evoluzione digitale e tutte le applicazioni nel social web.
Un terzo aspetto particolarmente rilevante riguarda la diminuzione delle risorse economiche disponibili e la contrazione dei budget per la comunicazione, a fronte di una crescita della rilevanza attribuita alla comunicazione all’interno delle organizzazioni europee. Un quarto aspetto emergente riguarda la comunicazione internazionale che fa sempre più parte dell’attività professionale quotidiana, ma mancano ancora strutture organizzative di comunicazione solide per affrontarle.
Emerge poi che le aziende non posseggano ancora le strategie adeguate per dialogare con i nuovi esperti digitali, che sono gli stessi dipendenti delle aziende, i consumatori, i media e i blogger. Si conferma infine che l’abilità comunicativa dei CEO abbia un grande impatto sul successo dell’organizzazione , ma siano ancora limitati gli sforzi finalizzati a migliorare tali abilità e quelli volti a sviluppare il monitoraggio e a migliorare la reputazione dei CEO.
Quali cambiamenti sono intervenuti quest’anno? E in particolare quali sono le principali sfide nella comunicazione internazionale? Quali situazioni di crisi affrontano i professionisti europei e quali sono le strategie più spesso adottate? I professionisti percepiscono differenze nel comunicare con le diverse generazioni come i “nativi digitali”?
A queste domande e ad altre ancora potranno rispondere i risultati dell’ECM di quest’anno. È importante che noi professionisti di Rp italiani rispondiamo numerosi (l’anno scorso siamo stati secondi solo ai professionisti tedeschi) in modo che i questionari raggiungano un numero adeguato per essere confrontati con quelli degli altri Paesi europei e avere così un quadro utile e aggiornato dello sviluppo della nostra professione in Italia e in Europa.
Vi prego di compilare il questionario entro domenica 31 marzo, considerando che non sono necessari più di 15 minuti.
Per maggiori dettagli, vai alla scheda dell’indagine.
Per contattare i ricercatori: info@communicationmonitor.eu.
(*) Past President di Euprera

COMMENTI

Eventi