Ferpi > News > Ancora giornalisti embedded: Israele come l'America

Ancora giornalisti embedded: Israele come l'America

19/04/2005

Il ritiro dalla striscia di Gaza e dalla West Bank è un'operazione delicata per la polizia israeliana: tanto delicata che si è rivolta a un'agenzia di rp.

"Occorre fare di tutto - ha commentato Sharon - per facilitare lo sgombero e permettere a chi ha vissuto in quelle case per anni di superare la crisi. Sono giorni duri per la storia del popolo ebraico". E'di questi giorni la notizia che Ariel Sharon ha deciso di rinviare il ritiro da Gaza di tre settimane. Motivi religiosi, dicono dal governo. Ritardi nei preparativi, insinuano dall'opposizione.In ogni caso l'operazione si sta dimostrando estremamente delicata, più del previsto, e la comunicazione diventa più che mai cruciale.L'agenzia di rp incaricata si chiama Saraf-Shalmon e dovrebbe svolgere soprattutto il ruolo di un occhio e di un consigliere esterno. Ma la strategia delle forze dell'ordine nei rapporti con i media prevede anche l'utilizzo di giornalisti embedded sul modello americano, ovvero di reporter inseriti nei reparti israeliani esattamente come i reporter incorporati nei reparti Usa in Iraq.L'operazione coinvolgerà circa 100 uffici, tra cui i portavoce dei ministeri degli esteri e fotografi. I dirigenti della polizia di Stato si renderanno disponibili per interviste e ci sarà un sito ad hoc aggiornato quotidianamente dedicato alla questione del ritiro da Gaza e allo sgombero di quattro insediamenti nella West Bank. In gioco c'è soprattutto l'immagine della polizia e dell'esercito, secondo gli esperti già abbastanza compromessa.
Emanuela Di Pasqua-Totem

COMMENTI

Eventi