Ferpi > News > Autoregolamentazione per i lobbisti inglesi

Autoregolamentazione per i lobbisti inglesi

30/03/2010

Nel Regno Unito nasce UKPAC, un organismo indipendente che controllerà la deontologia di chi pratica attività di lobby. Un’iniziativa del Chartered Institute of Public Relations per garantire la qualità e la serietà dei professionisti.

CIPR, in collaborazione con l’ Associazione dei Consulenti Politici Professionisti (APPC) e con l’ Associazione dei consulenti di Relazioni Pubbliche (PRCA), ha annunciato la formazione del Consiglio per gli Affari pubblici del Regno Unito (UKPAC). Si tratta di un organismo indipendente che definirà il comportamento di coloro che interagiscono professionalmente con le istituzioni di governo o che forniscono consulenza su tali interazioni.
UKPAC creerà e controllerà un registro centrale di informazioni di coloro che lavorano negli Affari Pubblici, che verrà aggiornato trimestralmente.
La divulgazione di informazioni sui clienti è una cosa che i membri CIPR che si occupano di Public Affairs non sono mai stati tenuti a fare prima. Tuttavia, questo è un passo verso una lobbying più trasparente ed etica. La formazione del UKPAC e l’introduzione del registro sono una risposta diretta alla Comitato per la Pubblica Amministrazione (PASC). Questo offre un sistema di regolamentazione volontaria per garantire che tutti coloro che sono coinvolti in attività di lobbying siano disciplinati da una serie precisa di principi, sostenuta da codici di condotta applicabili. Clicca qui per ulteriori informazioni.
A tutti i membri CIPR che soddisfano la definizione del UKPAC verrà richiesto di registrarsi: Lobbying significa, in senso professionale, il tentativo di influenzare o consigliare chi vuole influenzare il governo del Regno Unito, il Parlamento, gli organi legislativi, le amministrazioni, amministrazioni regionali o locali o altri enti pubblici su ogni questione di loro competenza.
A tutti i soci verrà inviato un link al modulo di registrazione non appena disponibile. I membri che soddisferanno la definizione CIPR dovranno restituire il modulo d’iscrizione. Gli elementi pubblicamente accessibili, contenuti nel registro saranno: il nome, organizzazione o azienda per cui lavorano e nome delle organizzazioni per conto delle quali praticano attività di lobby. I membri saranno inoltre tenuti ad aggiornare trimestralmente le informazioni che li riguardano. il trimestrale di informazione.
Clicca qui per ulteriori informazioni.

COMMENTI

Eventi