Ferpi > News > Brand: dalla parte degli adolescenti

Brand: dalla parte degli adolescenti

20/02/2006

Cala la popolarità dei brand Usa tra i teenager. Per quanto sempre riconosciuti, piacciono sempre meno. Va giù Nike, trionfano Sony, Nokia e Adidas.

Non è più l'America il simbolo del logo, non solo quantomeno. Ci sono altri paesi ai primi posti, non tanto quanto a riconoscibilità, quanto piuttosto a indice di gradimento. In un sondaggio recentemente realizzato dalla società di ricerche GenWorld sugli adolescenti di 13 differenti paesi risulta che Coca Cola e McDonald's continuano a essere i più conosciuti tra i giovanissimi, ma i primi tre posti nella classifica dell'appeal vanno rispettivamente a Sony, Nokia e Adidas. Solo al quarto posto incontriamo l'americana Nike. In realtà, a prescindere dalla localizzazione, i teenager scelgono i marchi che sanno imporre una visione simile alla loro, in cui si sentono al centro, piuttosto che quelli che trasmettono l'immagine che i grandi hanno dei giovani.
Certo il fascino dell'America risulta oscurato, ma la rivincita delle altre griffe dipende da una lunga serie di variabili, non solo geografiche.Per esempio sono avvantaggiate quelle aziende che offrono prodotti vicini alle passioni giovanili, come la musica, la comunicazione, lo sport. Adidas e Nokia hanno proposto se stesse allo stesso modo in cui gli adolescenti si vedono, oltre a produrre rispettivamente scarpe da tennis e telefonini, due oggetti culto per i ragazzi.
McDonald's, che vanta una fama internazionale e sconfinata, è invece solo al trentaduesimo posto in termini di apprezzamento. La M del mega store del cibo è universalmente nota, eppure il re dello junk food non ha saputo catturare l'immaginario giovanile con le sue campagne di comunicazione, esattamente come Nokia è entrata ormai nelle case di tutti i diciottenni. Nel caso specifico, grazie al fatto che fa telefonini (molto desiderati dai giovani), grazie a una comunicazione vicina al linguaggio dei teenager e grazie anche a un'attenzione rispetto al design.
Emanuela Di Pasqua - Totem

COMMENTI

Eventi