Ferpi > News > COM_PRO - Le professioni della Comunicazione spiegate dai professionisti

COM_PRO - Le professioni della Comunicazione spiegate dai professionisti

01/12/2004

Continua il ciclo di seminari organizzato dalla Ferpi Umbria, in collaborazione con l'Università degli Studi di Perugia, finalizzato a portare negli atenei le esperienze dei professionisti della comunicazione. All'Università di Perugia un'aula gremita conferma il successo già registrato durante il primo incontro. Il terzo ed ultimo incontro è previsto per il 3 dicembre p.v.

Un'aula gremita di studenti e professionisti anche per il secondo incontro di "COM_PRO - Le professioni della Comunicazione spiegate dai professionisti", il ciclo di seminari organizzato dalla Ferpi Umbria, in collaborazione con l'Università degli Studi di Perugia, al fine di portare dentro le aule universitarie le esperienze dei  professionisti della comunicazione.
Il seminario, che si è tenuto il 19 novembre u.s., era dedicato al tema "La notizia scritta e per immagini". Relatore: Lorenzo Montersoli, giornalista di Tg5 e di Verissimo, sociologo e docente universitario. La  differenza, fra l'una e l'altra modalità, è emersa fin dalle prime battute: da un lato, per esempio, le immagini dello sbarco dell'uomo sulla luna, dall'altra la stessa identica notizia sulla prima pagina del Corriere della Sera. Il mezzo – ha ricordato  Montersoli echeggiando Mc Luhan – fa il messaggio, "l'emozione che generano queste immagini in bianco e nero non è paragonabile con quanto sollecitano le parole di questa ingiallita pagina del Corriere". Montersoli ha fatto scorrere le immagini di alcuni dei più noti casi di cronaca – dal recentissimo caso di Manfredonia a quello di Cogne, dall'omicidio della tredicenne a Forcella ai primi servizi sul mostro di Firenze - commentandoli con il pubblico per far capire le differenze fra le varie modalità espressive e  interpretando le diverse scelte di  montaggio e le conseguenze di queste in termini di messaggio. Abbiamo così assistito a più di due ore di conversazione su come sia cambiato – e quali siano le opportunità - nel "dare la notizia" a partire dall'avvento della televisione.
Il relatore ha affrontato anche alcuni aspetti tecnici affrontando la parte relativa alle modalità e all'organizzazione del lavoro di un inviato che affronta soprattutto fatti di cronaca drammatici che ha suscitato particolare interesse presso  le persone presenti.«Capita raramente – è stato il commento di uno studente - di avere l'opportunità di sentire direttamente  l'esperienza personale, e quindi umana, di chi si trova giornalmente ad aver a che fare con notizie di forte impatto emotivo. Sapere come queste situazioni vengono affrontate da chi è dietro la macchina da presa, come vengono interpretate da chi sta sul posto, oltre motivare chi vorrebbe fare questo lavoro, danno veramente la possibilità di comprendere l'estrema difficoltà e le responsabilità, morali e legali, di questo lavoro».
Durante il dibattito, le domande, hanno spaziato su temi quali il rapporto tra direttore e giornalista, l'etica professionale, la modalità di organizzazione di un servizio televisivo, il rapporto con gli uffici stampa e le agenzie di relazioni pubbliche, fino a quello di enorme importanza soprattutto per chi fa giornalismo televisivo, della verifica delle fonti. Domande a cui Montersoli ha risposto evidenziando il "suo" modo di operare e spiegando anche quali e quanti mutamenti sono in corso in virtù dell'introduzione delle nuove tecnologie, soprattutto internet.
Laura Marozzi, referente territoriale per la Ferpi Umbria e promotrice dell'iniziativa realizzata con la collaborazione dell'insegnamento di Comunicazione d'impresa di Giuseppe Facchetti – anch'egli socio FERPI – ha concluso la sessione sottolineando ai futuri comunicatori l'importanza e la responsabilità connessa con il ruolo di "fornitori" di notizie rivestito oggi dai relatori pubblici nei confronti dei giornalisti i quali quasi vengono a non essere più soli nel loro compito di mediazione ed interpretazione della realtà.
Il ciclo COM_PRO si concluderà  venerdì 3 dicembre con "Progettare la comunicazione internazionale"al quale interverrà come relatore Alfonso Patruno, Head of Communication della Merloni Elettrodomestici.La partecipazione ai seminari è libera e gratuita. Per una migliore organizzazione è comunque opportuno prenotarsi all'indirizzo umbria@ferpi.it. La partecipazione ai tre incontri consente per i soci FERPI l'acquisizione di 100 credits validi per l'aggiornamento obbligatorio degli associati.

COMMENTI

Eventi