/media/post/pg7bhhf/download.jpg
Ferpi > News > Come usare il digitale per fare un grande evento

Come usare il digitale per fare un grande evento

17/04/2015

Gabriele Cazzulini

Cos’è oggi un evento? Come organizzarlo al meglio sfruttando le opportunità offerte dai social? Sarà questo il tema dell’ultimo webinar del ciclo Next Media che Gabriele Cazzulini terrà martedì 21 aprile.






Cosa vuol dire “evento”? Da termine con un immediato, concreto significato, “evento” si sta trasformando in un insieme di nuove tecnologie e nuove relazioni. Una marcia di ologrammi, come successo a Madrid, è un evento reale e virtuale insieme. Ma è anche spettacolo, partecipazione politica, evento mediatico, innovazione tecnologica.

Eventi: Il nuovo modello integrato è il soggetto del terzo webinar organizzato e promosso da Ferpi Casp, a cura del socio, Gabriele Cazzulini, Sociologo della comunicazione e CDO presso EJCConsulting, l’appuntamento è per martedì 21 aprile, dalle 17.30 alle 19.30, ovviamente online. Aperta parentesi: anche la formazione online a distanza rientra in questa “next-generation” di eventi tra reale e virtuale. Creare un social network chiuso, di professionisti che si scambiano realmente ma virtualmente impressioni, materiali, esperienze, rappresenta un’innovazione radicale nella formazione tradizionale. Chiusa parentesi.

Il webinar si rivolge al tema degli eventi integrati tra reale e digitale, tra spazio fisico e spazio virtuale: i temi inclusi nelle slides e nella registrazione audiovideo dell’intero webinar riguardano l’ideazione di cosa sia oggi un evento a partire dal web, la preparazione organizzativa degli eventi grazie ai supporti digitali, lo svolgimento a livello di ufficio stampa digitale, il ruolo delle tanto famose “DigitaL PR”, la realizzazione dell’evento e gli esiti, i feedback “live”, gli outcomes del giorno dopo e il ritorno di investimento – già, prima durante e dopo, l’evento rappresenta un’azione di marketing, comunicazione, relazioni pubbliche che deve centrare un obiettivo misurabile.

In questo susseguirsi di temi, il filo rosso è la scomparsa della differenza tra evento online ed evento reale, perché il digitale integra lo stesso evento in un’unica esperienza per l’utente/partecipante e in uno stesso flusso di messaggi/azioni per l’organizzatore. Gli eventi a porte chiuse sono un ricordo del passato: anzi, aprire al web un evento comunque riservato, esclusivo, significa moltiplicarne l’attenzione e fare in modo che la partecipazione online dia un risalto spesso decisivo per la “reputazione” dell’evento. Perché succede questo? La risposta è tanto banale quanto essenziale: la visibilità di un evento, quindi il suo prestigio, sono sempre più misurati dalla loro diffusione sul web, prima durante e dopo. Il web è la memoria collettiva più salda che abbiamo. Se l’evento non appartiene a questa memoria, allora finisce al margine.

Eventi “fake”. Il rovescio della medaglia è che i social media sono diventati parte integrante degli eventi. Anzi, non sono più un supporto, bensì loro stessi creano gli eventi, almeno sul piano organizzativo, con una facilità imbattibile. Spesso i socia media generano inflazione di eventi “fuffa” che sfruttano solo la visibilità online. Ecco un altro punto: come possono gli eventi “seri” impiegare in modo efficace i social media, magari in modo anche creativo?
Ma i grandi eventi tradizionali, come fiere e kermesse? Questo tipo di evento rappresenta la perfetta integrazione col web. L’incontro diretto face-to-face è fondamentale, l’esperienza dello stand, degli eventi all’interno del macro-evento è fondamentale.

Tecnologia ed eventi. La consegna di un oggetto acquistato online, tramite drone, è un evento in sé – almeno oggi. Però non ha un messaggio, un personaggio, una novità per un pubblico – erano i sacrosanti requisiti dell’ “evento” del vecchio tipo. Allora, tutto può diventare un evento quando si impiega una tecnologia ad alto impatto?

Questi e altri temi ancora, proposti direttamente dai partecipanti, saranno discussi nel laboratorio virtuale del webinar.

Per ulteriori informazioni ed iscrizioni casp@ferpi.it

COMMENTI

Eventi