Ferpi > News > Comunicazione e innovazione sociale tra coraggio e creatività

Comunicazione e innovazione sociale tra coraggio e creatività

31/07/2014

_Salvatore Barbera,_ direttore di _Change_ ha incontrato, lo scorso 28 luglio, i soci Ferpi Lazio in un meeting-aperitivo organizzato da _Simonetta Blasi,_ docente di comunicazione sociale e _Giulia Pigliucci,_ responsabile regionale del gruppo Terzo Settore.

di Simonetta Blasi
Toscano, laureato in Fisica, attivista di lungo corso e appassionato di nuove tecnologie, Salvatore Barbera è un mix esplosivo di genio e sregolatezza. Grazie alla lunga esperienza con Greenpeace che lo porta in giro per il mondo, approda poi di nuovo in Italia dove conduce la battaglia contro il nucleare nel 2011 che ha visto la creazione di uno storytelling corredato da una piattaforma online (I pazzi siete voi – sette ragazzi chiusi in una casa che vivono secondo il rigido protocollo stabilito in caso di incidente nucleare), costellato da una serie di blitz offline (tra tutti lo striscione durante la finale di Coppa dei Campioni all’Olimpico). Da due anni ha accettato la sfida di portare Change in Italia, sostenendo numerose campagne di successo (tra le altre Riparte il Futuro, promossa da Don Ciotti) e registrando oltre due milioni e mezzo di utenti.
Al suo attivo anche la web-agency Lattecreative che opera a livello internazionale per diverse NGOs e non profit. La visione del direttore di Change relativamente al click activism è ottimista: “Il cambiamento sociale si registra in rete, anche nelle sue forme più oscure come il cyberbullismo, ma è lì che si deve poter costruire l’alternativa intelligente e poi saperla comunicare in modo efficace tanto da passare poi sul mainstream”. Del resto per Barbera il web è uno spazio sociale contemporaneo che ha ridefinito il modo di fare politica, informazione, ambientalismo e business ed è il centro di un pensiero strategico che agisce efficacemente per sponde, echi e rimandi e dove la comunicazione è sinonimo di creatività perché cerca sentieri non ancora battuti ed è il frutto di un’insaziabile e coraggiosa ricerca dell’unexpected.

COMMENTI

Eventi